EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Sclerosi Multipla: commento del Dott. Simka al nuovo studio canadese anti CCSVI

telancet“Se si cerca nei dettagli, è in realtà uno studio positivo.*

Anche utilizzando criteri molto restrittivi (stenosi >50% , >4s di ritenzione del contrasto iniettato, collaterali molto grandi) – hanno scoperto che la maggioranza dei pazienti presentava tali anomalie . La maggior parte dei lavori pubblicati hanno usato criteri più larghi , quindi una ha maggiore prevalenza della CCSVI in questi studi ( ~ 90 % invece del ~ 70 % ).

Traboulsee ha anche trovato una elevata prevalenza di anomalie venose nei controlli sani . Non è una nuova scoperta – un certo numero di piccoli studi hanno rivelato la stessa cosa. La domanda è: come sono rilevanti quelle anomalie venose negli individui sani (l’ostruzione di una vena viene compensata dal flusso in un circolo venoso alternativo) . A questa domanda non si risponde nella presente relazione. La ricerca di Haacke , che ha usato una valutazione globale del deflusso venoso misurato con RM funzionale, suggerisce che questo flusso vene compensato nei controlli sani , ma non si trova in una frazione consistente di pazienti con sclerosi multipla.

C’è un grosso problema con lo studio di Traboulsee: l’Abstract (riassunto) che è altamente fuorviante (ad es. il termine “criteri della venografia con catetere per la CCSVI”)

Marian Simka”

* http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736%2813%2961747-X/abstract

About the author

Alessandro Rasman, 48 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com