Italia

Clan dei Casalesi Sette arresti per traffico d’armi

carabinieri diaAcquistavano e possedevano fucili kalashnikov e pistole Uzi per conto del clan dei Casalesi, fazione Schiavone. Sette persone arrestate, due condotte in carcere e cinque ai domiciliari

Sono sette le persone arrestate dai carabinieri della compagnia di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), a seguito di un’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di presunti appartenenti alla fazione Schiavone del clan dei Casalesi. I reati contestati sono: illegale detenzione, porto e cessioni di armi, con la contestazione dell’aggravante mafiosa.

L’indagine sono scaturite da una precedente attività investigativa che fruttò, nel mese di luglio del 2010, l’arresto di un gestore di un’armeria in Santa Maria Capua Vetere per il reato di detenzione di armi da guerra e al sequestro della stessa armeria; le dichiarazioni di vari collaboratori di giustizia e le attività investigative hanno permesso di verificare che il gruppo camorristico si rivolgeva a tale armeria per reperire le armi necessarie.

Tra gli indagati sono emersi i ruoli di Salvatore Delli Poali, 49 anni, ritenuto l’armiere del gruppo, e di Antimo Santoro, 59 anni, considerato l’intermediario per l’acquisto di armi comuni e da guerra quali, fucili d’assalto kalashnikov, pistole mitragliatrici UZI e Skorpion CZ, pistole calibro 9X21 e armi di vario tipo con i numeri di matricola abrasi.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close