Italia

Catanzaro: Corsi di formazione Calabria, assolti perchè il fatto non sussiste Maurizio Scerra, Antonella Di Silvestro e Giovanni Gaetano

tribunaleAssolti perchè il fatto non sussiste, questa la sentenza emessa nella tarda serata di giovedì dal Tribunale di Catanzaro – Giudice dott.ssa Fatale, nei confronti del dott. Maurizio Scerra e della dott.ssa Antonella Di Silvestro, unitamente alle società coop. Biotech e Prometeo, enti formativi accreditati con la Regione Calabria, dall’ingiusta accusa di aver organizzato corsi di formazione fantasma. Assolto, con la stessa formula, anche il docente dott. Giovanni Gaetano.

Esprimono soddisfazione il dott. Maurizio Scerra e la dott.ssa Antonella Di Silvestro, legali rappresentanti dei due enti formatori, assieme agli avvocati Vincenzo Attisani, Aldo Costa, Massimo Gimigliano e Danila Gullì, difensori di fiducia .

Ho sempre dichiarato la nostra estraneità ai fatti che ci venivano contestati e l’insussistenza del quadro accusatorio”, afferma il dott. Maurizio Scerra immediatamente dopo aver appreso la notizia dell’assoluzione, “ ho affrontato con serenità il procedimento penale nelle sue varie fasi, sono grato ai miei legali, ai quali esprimo grande apprezzamento, che hanno saputo dimostrare la verità sull’accaduto e voglio esprimere soddisfazione per il sereno equilibrio che, anche in questa occasione, ha caratterizzato l’attività dei Giudici del Tribunale di Catanzaro”.

I fatti, lo ricordiamo, risalgono all’anno 2003, quando le società Biotech e Prometeo effettuarono alcuni corsi di formazioni finanziati dal fondo sociale europeo e finalizzati all’assunzione, da parte di alcune aziende manifatturiere del territorio catanzarese, dei corsisti ritenuti idonei.

A seguito di una denuncia anonima scattò nell’anno 2005 una verifica da parte del nucleo tributario della Guardia di Finanza di Catanzaro, che diede vita ad una inchiesta culminata con la richiesta di rinvio a giudizio del p.m. Alessia Miele. L’impianto accusatorio supportato da meri indizi e testimonianze a dir poco contrastanti, si è letteralmente sbriciolato durante il processo, che si è concluso con la piena assoluzione perché i fatti oggetto di contestazione non sussistono.

Questa sentenza, è utile sottolinearlo, restituisce la piena dignità ai dott. Maurizio Scerra e Antonella di Silvestro, agli enti formatori Biotech e Prometeo e a tutte le figure professionali che vi operano, sottoposte a discredito e ad attacchi ingiustificati a seguito anche di notizie apparse su alcuni organi di stampa e su testate on line che hanno tentato di anticipare, con maldestre indiscrezioni, l’esito del procedimento penale.

Nonostante il clamore che all’epoca venne sollevato”, aggiunge il dott. Maurizio Scerra, “nonostante il malessere vissuto nei giorni immediatamente successivi alla notifica dei provvedimenti cautelari, sono soddisfatto del risultato ottenuto e sono sempre più convinto che, alla fine, la giustizia sempre prevale, anche se con rammarico ho riscontrato strumentalizzazioni e speculazioni su una vicenda che, evidentemente, è stata utilizzata per altri scopi”.

Tag

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close