Italia

Oscar Lancini, sindaco di Adro, arrestato con altri quattro

foto Adnkronos
foto Adnkronos

Il sindaco leghista di Adro, Oscar Lancini, è stato arrestato questa mattina dai carabinieri e posto agli arresti domiciliari. È accusato di “turbata libertà degli incanti” e “turbata libertà del procedimento di scelta del contraente”. Oscar Lancini, secondo l’accusa, avrebbe favorito alcune aziende nella gara d’appalto per la realizzazione di alcune opere nel paese amministrato. 

Oltre a Lancini sono agli arresti domiciliari anche l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Adro, Giovanna Frusca; il segretario reggente del comune di Adro, Carmelo Bagalà; il responsabile dell’area tecnica del Comune di Adro, Leonardo Rossi; gli imprenditori edili, Alessandro Cadei e Emanuele Casali.

Diventato famoso per aver tappezzato la scuola di Adro con il sole delle Alpi, simbolo partitico, e per aver negato la mensa ai bambini della scuola elementare i cui genitori non erano in regola per il pagamento, secondo le indagini, con i suoi collaboratori avrebbero messo a verbale alcune qualifiche dell’opera pubblica in grado di velocizzare i tempi dell’appalto e favorire “gli amici”. In particolare, la ristrutturazione dell’area feste sarebbe stata verbalizzata come opera gratuita ed emergenziale, in luogo, però, di un carico oneroso di oltre un milione di euro. In seguito, gli indagati si sarebbero macchiati di turbativa d’asta.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close