EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Patria, Minerva e María Teresa Mirabal

Patria, Minerva e María Teresa MirabalIl 25 novembre è la Giornata  internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La commemorazione di questo giorno ha come simbolo la memoria delle sorelle domenicane Mirabal.

Le sorelle Patria, Minerva e María Teresa Mirabal, sono figlie dei coniugi Mercedes Reyes ed Enrique Miraba. Le sorelle nacquero e crebbero a Ojo de Agua in provincia di Salcedo, Repubblica Dominicana. Vissero la loro gioventù negli anni della dittatura trujillista, una delle più severe dell’America Latina. Questo ambiente dittatoriale risvegliò molto presto le loro coscienze sulla necessità di libertà e rispetto dei diritti delle donne domenicane.



La ribellione e l’impegno di queste tre giovani donne di fronte alle atrocità del regime, prende via con la costituzione nel 1960 del Movimento 14 di Giugno, sotto la direzione di Manolo Travares Justo, dove Prima Minerva e poi anche María Teresa usarono come nome in codice Mariposas (Farfalle). Minerva fin da subito fu l’anima del movimento e ben presto si avvicinò Maria Teresa e il marito, che già da anni erano attivisti politici, ed infine anche Patria e il marito Pedro Gonzalez.

Il Movimento 14 di Giugno, gruppo politico clandestino, si espanse ben presto in tutto il paese, ma nel gennaio del 1960, il movimento venne scoperto e sia le sorelle Mirabal che i loro mariti furono imprigionati. In quest’annoMinerva e Maria Teresa vengono incarcerate due volte; la seconda volta vengono condannate a cinque anni di lavori forzati per avere attentato alla sicurezza nazionale, ma a causa della cattiva reputazione internazionale di Trujillo dopo l’attentato al presidente venezuelano Betancourt, vengono rilasciate e messe agli arresti domiciliari. I

l 25 novembre 1960 Minerva e Maria Teresa decidono di far visita ai loro mariti, Manolo Tavarez Justo e Leandro Guzman, detenuti in carcere. Patria, la sorella maggiore, vuole accompagnarle anche se suo marito è rinchiuso in un altro carcere e contro le preghiere della madre che teme per lei e per i suoi tre figli. Le tre donne vengono prese in un’imboscata da agenti del servizio segreto militare, torturate e uccise a bastonate. I loro corpi vennero poi rimessi sul veicolo sul quale stavano viaggiando che venne fatto precipitare per un dirupo per simulare un incidente.

L’assassinio delle sorelle Mirabal provoca una grandissima commozione in tutto il paese e la terribile notizia si diffonde . Il movimento rivoluzionari prenderà forza e culminerà con l’assassino di Trujillo nel 1961 e la successiva fine della dittatura.

Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 54/134, dichiara il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne in loro memoria.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION