EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Raket prostituzione a Treviso Arrestati due uomini e una donna

prostituzioneLe indagini sono iniziate dalla denuncia presentata da due sorelle romene, che si sono ribellate ai loro ”protettori”. Stanche di subire le continue vessazioni e minacce di morte da parte si sono rivolte ai carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Treviso hanno arrestato tre persone, due uomini e una donna, per i reati di favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione nei confronti di  giovani donne originarie dell’Europa dell’est.  Si tratta di Dritan Nikolli, nato in Albania, Lirim Rakip macedone coniugato e incensurato e di Alina Lenuta Cimpanu, nata in Romania.


A  denunciarli erano state due sorelle romene che si sono ribellate ai loro ”protettori” e si sono rivolte ai carabinieri, stanche di subire le continue vessazioni e minacce di morte da parte degli indagati. Le due giovani infatti erano costrette a consegnare, settimanalmente, la somma di 500 euro, quale “prezzo” per occupare il tratto della strada statale “Pontebbana”, nei territori comunali di Godega di Sant’Urbano e San Fior.

Gli investigatori hanno identificato almeno altre tre donne sfruttate dal sodalizio criminale che aveva organizzato una vera e propria attivita’ di tratta e reclutamento all’estero di giovani ragazze indotte alla prostituzione in Italia, fatte giungere periodicamente presso l’aeroporto di Treviso ed alloggiate in strutture ricettive della provincia.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com