Salute

Una tazzina di caffè? Meglio a metà mattina

Una tazzina di caffè? Meglio a metà mattinaL’orario più adatto per bere il primo caffè della giornata è tra le 9:30 e le 11:30 del mattino. A sostenerlo è Steven Miller, neuroscienziato della Uniformed Services University of the Health Sciences, nel Maryland.

Secondo l’esperto, infatti, l’orario ottimale per una tazzina di caffè sta tra le 9:30 e le 11:30 del mattino. Questo per godere a pieno dei benefici della caffeina. Prima di questo orario i livelli nell’organismo di cortisolo, una sostanza che aiuta a mantenere la lucidità mentale,  (meglio noto come l’ormone dello stress), sono troppo alti e annullano l’effetto della caffeina.  Al momento del risveglio, infatti, spiega il neuroscienziato sul suo blog, c’è un picco di questo ormone nel sangue, che dovrebbe farci sentire più svegli vanificando sostanzialmente gli effetti della caffeina o ancora peggio creando assuefazione e facendoci sentire di volta in volta la necessità di berlo sempre più forte per ottenere degli effetti sull’organismo. Questo meccanismo regola l’efficacia di tutte le sostanze farmacologicamente attive ed è per questo che non bisogna assumerlo se non in casi di vero e proprio bisogno.

Lo stesso accade all’ora di pranzo e tra le 17,30 e le 18,30, tutti orari non indicati per bere il caffè. Riassumendo meglio coccolarci con una buona tazza di caffè tra le 9:30 alle 11:30 e prima delle 17:30.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close