Rubriche

“Virosac fornisce gratuitamente 5 milioni di sacchetti al comune di Milano”

“Virosac fornisce gratuitamente 5 milioni di sacchetti al comune di Milano”Comincia la marcia di avvicinamento per far diventare Milano capitale europea della raccolta differenziata in vista dell’Expo 2015. Virosac è protagonista di questa rivoluzione!

Dopo aver introdotto la raccolta differenziata dell’umido domestico in circa metà del territorio milanese (da novembre 2012 nell’area sud-ovest e da giugno 2013 in quella sud-est), il Comune di Milano ha infatti iniziato la consegna di attrezzature e kit per la raccolta differenziata dell’umido nelle utenze domestiche nel quadrante nord-est della città. Porta Venezia, Città Studi, Lambrate, Rubattino, Niguarda, Greco, Crescenzago, zona Loreto, via Padova e i quartieri sull’asse di viale Monza, Gorla, Turro e Precotto, sono le principali aree interessate.

Virosac, grazie anche al contributo di Novamont, ha fornito in questa fase all’Amsa, la società che si occupa della raccolta, 230.000 confezioni di sacchetti in Mater-Bi, bioplastica biodegradabile e compostabile, per l’umido, che saranno consegnati ad altrettante famiglie insieme a 16.500 cassonetti condominiali. 375.000 i cittadini di Milano interessati a questa piccola rivoluzione. I sacchetti sono già in consegna, mentre la raccolta partirà il 9 dicembre prossimo.

In ogni confezione i milanesi troveranno uno sconto di un euro per l’acquisto successivo dei sacchetti dell’azienda trevigiana. “Un progetto importante per la nostra azienda – dichiara Pasquale Imperiale, A.D. Virosac – che ci consente però di inserirci in un mercato dall’alto potenziale. Abbiamo preparato uno speciale sacchetto 42×43 cm, con due centimetri di larghezza in più per adattarsi meglio ai cestelli aerati forniti dal Comune di Milano. Siamo certi che grazie all’impegno dell’Amsa, alla collaborazione della grande distribuzione e al senso civico dei milanesi saranno confermati, anche in questa terza fase, il buon funzionamento e l’efficacia del sistema di raccolta porta a porta della frazione organica dei rifiuti”.

 


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close