EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Anche se si guida sotto effetto di droghe, vi è l’ assoluzione per chi è lucido e perfettamente cosciente!

tribunaleUna sentenza che farà discutere quella firmata, di recente, dal tribunale di Patti (Messina) e di cui ha dato notizia l’Aduc, l’associazione di tutela degli utenti e consumatori, sul proprio sito.

Un giovane, fermato dai Carabinieri mentre era alla guida della propria auto, è stato trovato positivo al test antidroga; ciò nonostante, al medico del Pronto Soccorso che lo aveva sottoposto a visita neurologica, egli era risultato perfettamente cosciente, lucido, orientato, consapevole.

La segnalazione alla Procura è scattata comunque e il ragazzo si è trovato inquisito per il reato di guida in stato di alterazione psicofisica derivante dall’assunzione di cocaina.

Sennonché il giudice lo ha ritenuto innocente. Ciò perché, secondo la tesi accolta dal magistrato, il reato punito dal codice penale non è quello di chi guida dopo aver assunto stupefacenti, ma solo quello posto da chi si mette al volante in “stato di alterazione psicofisica” determinato da tale assunzione.

In altre parole, chi, pur avendo assunto droghe, risulti pienamente lucido e in perfetto stato psicofisico, non subisce alcuna conseguenza penale. Egli, infatti, non costituisce un pericolo né per sé per gli altri utenti della strada.

Foggia, 17 dicembre 2013                                          Avv. Eugenio Gargiulo

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com