Esteri

Colloquio tra il Re Mohammed VI del Marocco e il Presidente francese Hollande

 1502072_743980612296476_1005213464_sNell’ambito dei contati regolari tra Marocco e Francia, è stato, ieri, un colloquio telefonico tra il Re Mohammed VI del Marocco e il Presidente francese François Hollande, sugli ultimi sviluppi della situazione nella Repubblica Centroafricana (RCA).

I due capi di Stato hanno condiviso la loro viva preoccupazione di fronte alla degradazione allarmante della situazione della sicurezza, l’aggravamento della crisi umanitaria e l’esacerbazione di tensioni interconfessionali in questo paese africano.

Oltre al dispiegamento dei contingenti militari, in cui Marocco e Francia sono contributori, i due Capi di Stato hanno insistito sull’urgenza di creare condizioni propizie pour un dialogo inclusivo che permette a tutti i componenti del popolo della RCA di realizzare la concordia nazionale e di ammorzare un processo di transizione democratica pacifica nella cornice del rispetto dell’unità nazionale del paese.

Il Sovrano ha sottolineato che, forte delle sue relazioni Storiche con l’insieme dei componenti confessionali e politici della RCA il Regno del Marocco intende contribuire attivamente agli sforzi avviati per stabilire la pace e l’ordine pubblico in questo paese e per fare cessare spirale di attacchi e rappresaglie violenti a carattere confessionale che mirano la popolazione e particolarmente la comunità musulmana, cosa che costituisce uno sviluppo altamente preoccupante e particolarmente in abituale per il continente africano.

Infine, Sua Maestà il Re e il Presidente Francese hanno sottolineato l’importanza di una protezione equilibrata e non discriminatoria al riguardo di tutte le comunità religiose ed etniche della RCA.

Tag

Yassine Belkassem

Yassine Belkassem, marocchino italiano, già pubblicista con www.stranieriinitalia.it, e Almaghrebiya, attualmente collabora con NotizieGeoplotiche.nete Ajialpress.com testata marocchina. Per Mediterranews cura aggiornamenti dal Marocco e non solo

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close