Salute

Progetto Rotary ad Alassio ed Albenga sulla prevenzione delle malattie andrologiche

images (2)Alassio-Un importante ed interessante progetto del “Rotary Ponente Ligure”, rivolto alla prevenzione della malattie andrologiche si concluderà lunedì mattina ad Alassio ed Albenga.

Si tratta del progetto “Giovani e prevenzione andrologica, uno sguardo al futuro”, portato avanti dai sette club Rotary del ponente ligure. “ Si tratta – dice Luigi Costa, del Rotary Club Albenga- della seconda edizione del progetto di prevenzione di disfunzioni andrologiche rivolto ai ragazzi degli ultimi anni delle scuole superiori, che nell’ edizione passata ha riscontrato un notevole successo da parte delle istituzioni scolastiche coinvolte. Le due presentazioni precedenti, tenute a Finale e Loano, hanno riscontrato molto successo: i ragazzi hanno seguito con attenzione la relazione del dottor Paolo Calvi e la stragrande maggioranza si è prenotata per la visita di controllo. Ora lunedì mattina il progetto proseguirà ad Alassio ed Albenga”.

Il progetto, è stato presentato all’inizio di ottobre a Sanremo dai dirigenti Rotary del ponente ligure, dal Provveditore agli Studi e dall’equipe medica specialistica. Ad Alassio, alle ore 9, è prevista una prima presentazione nell’auditorium dell’Istituto Don Bosco per i ragazzi della scuola salesiana e dell’ istituto alberghiero alassino. Alle 11 sarà la volta del Liceo “ Giordano Bruno” di Albenga ospitare nell’aula magna del plesso di via Dante i dirigenti del Rotary e i medici che spiegheranno ai ragazzi quali possono essere i principali problemi dell’apparato genitale maschile e che alla fine della presentazione raccoglieranno le intenzioni dei ragazzi ad essere visitati gratuitamente da uno dei medici specialisti che hanno aderito all’iniziativa. “ In questi due incontri- prosegue Costa- i dirigenti del Rotary ed i medici spiegheranno anche ai giovani come prenotarsi per le visite mediche che si svolgeranno nei primi mesi dell’anno 2014 in ambito ed orario scolastico in ognuno degli Istituti toccati dal progetto”. Al termine del programma delle visite i sette club Rotary che hanno organizzato il progetto presenteranno alla stampa, alle istituzioni scolastiche e alle famiglie degli allievi i risultati dello screening sotto forma di studio statistico promosso dalla Società Italiana di Andrologia.
CLAUDIO ALMANZI


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close