Economia

Turismo accessibile, Prodani (M5S): «Lo Stato deve realizzare un sistema informatico nazionale per fornire informazioni costanti ai quattro milioni di cittadini che vivono con un handicap»

prodani«L’Italia deve favorire lo sviluppo del turismo accessibile, che rappresenta non solo una parte rilevante della filiera di riferimento ma anche un diritto per le persone con disabilità e bisogni specifici che incontrano una serie di ostacoli inaccettabili per lo svolgimento di attività di svago e tempo libero. Un buon segnale di attenzione sarebbe quello di realizzare un sistema informatico nazionale in grado di fornire informazioni costanti sulle attività legate al turismo accessibile già realizzate o in corso». Il deputato del MoVimento 5 Stelle Aris Prodani lancia una nuova proposta legata al turismo attraverso un’interrogazione rivolta al ministro per i Beni e le attività culturali e del turismo Bray.

«Il turismo accessibile, definito come l’insieme di servizi e strutture che consentono a clienti con bisogni speciali di fruire di vacanze e tempo libero in modo appagante, senza ostacoli né difficoltà, in condizioni di autonomia, sicurezza e comfort, coinvolge un grande numero di persone. Secondo i dati 2012 dell’indagine “Inclusione sociale delle persone con limitazioni dell’autonomia personale” nel nostro Paese ci sono quasi quattro milioni di persone che vivono con un handicap. Inoltre – rivela ancora Prodani – sono oltre un milione e mezzo – il 45% del totale di quelle tra i 15 e gli 87 anni con limitazioni funzionali – gli italiani che hanno difficoltà a effettuare viaggi per vacanza a causa di problemi di salute e questo rapporto è direttamente proporzionale all’età. Purtroppo il governo per tutte queste persone sta facendo troppo poco».

«Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 15 dicembre 2011 – spiega il portavoce M5S – era stata confermata la “Struttura di missione per il rilancio dell’Immagine dell’Italia”, all’interno della quale operava proprio il “Comitato per la promozione ed il sostegno del Turismo accessibile” con il compito principale di elaborare iniziative per favorire l’accesso e la fruibilità dell’esperienza turistica indipendentemente dalle condizioni fisiche e psichiche. Che fine ha fatto questo comitato? È ancora in funzione? È stato soppresso? – chiede Prodani che aggiunge: «In quest’ultimo caso il Ministero dovrebbe ricostituirlo quanto prima».

Fonte: http://arisprodani.wordpress.com/2013/12/12/turismo-accessibile-prodani-m5s-lo-stato-deve-realizzare-un-sistema-informatico-nazionale-per-fornire-informazioni-costanti-ai-quattro-milioni-di-cittadini-che-vivono-con-un-handicap-c/

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close