Rubriche

Contro il lavoro gratuito Al via una campagna di informazione

Avv. Eugenio Gargiulo.Quante volte vi siete sentiti dire: “Non abbiamo budget per pagarti, ma almeno ti diamo l’occasione per farti una visibilità”. È la sorte dei “freelance”, nuovi giovani disoccupati, che prestano le proprie attività lavorative un po’ a destra, un po’ a manca, in attesa di sfondare. Investimenti in immagine a tempo indeterminato, ma, dopo anni di sacrifici, ad essere investiti sono solo i sogni!

Da questa premessa nasce “coglioneNo”, una campagna ideata da Stefano De Marco, Niccolò Falsetti e Alessandro Grespan, tre giovani creativi e ironici, alla quale hanno aderito numerosi esponenti pubblici come il noto avvocato foggiano Eugenio Gargiulo.

Sul web stanno spopolando due video.

In uno dei due, un giardiniere, dopo aver potato l’albero di una villa romana, si sente dire dal proprietario:

“Per questo progetto non c’è budget. Non ho capito: io te sto’ a dare l’occasione di lavorare in un giardino di un certo tipo. È un’occasione per te, non lo capisci? Scusa, tu che vuoi fare nella vita? Vuoi fare questo? Il giardiniere? È il sogno tuo? Allora ricordatelo ragazzo: nella vita per realizzare i sogni c’è bisogno un po’ di sacrifici”.

Ti sembra una frase da stronzo?

A un freelance lo dicono sempre

Freelance si. #coglione no.

In un secondo video, invece, un idraulico, dopo aver riparato il bagno, si sente dire dal padrone di casa:

“Per questo progetto non c’è budget; però mi è venuta un’idea. Ti offro una grande occasione di visibilità. Appena tu vai via mi faccio una foto sulla tazza che hai appena sistemato e poi te la metto su Facebook, più Twitter e Istagram e poi ti taggo”.

Questo secondo video lo potete vedere su una pagina di Wired.it.

Creativi o non creativi, professionisti, imprenditori, artigiani e tirocinanti, giovani in attesa di prima occupazione, stagisti e disoccupati: sono tutti stanchi di essere sfruttati e di sentirsi dire: “Ti offro una grande opportunità”.

Sarà anche il mercato ad essere diventato globale e costruirsi un “brand” è divenuto tanto importante quanti difficile; sarà anche colpa della crisi economica e delle difficoltà di impiego. Ma …coglioni No!

Foggia, 13 gennaio 2014                                             Avv. Eugenio Gargiulo


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close