Editoriali

Incontro al Centro Sperimentale di Cinematografia su Film Heritage ed Europa creativa

Incontro al Centro Sperimentale di Cinematografia su Film Heritage ed Europa creativaGiovedì 23 gennaio dalle ore 9.30, nell’ Aula Magna del Centro Sperimentale di Cinematografia, il Presidente Stefano Rulli, il Direttore Generale Marcello Foti e il Conservatore della Cineteca Nazionale Emiliano Morreale, incontreranno Mari Sol Pérez Guevara European Commission – DG CONNECT, Converging Media & Content Unit e l’Eurodeputata Silvia Costa, relatrice del programma “Europa creativa” .

All’incontro parteciperanno rappresentanti degli Archivi, delle Cineteche italiane e delle istituzioni che si occupano della conservazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo.

Porterà i saluti della Commissione Europea – rappresentanza in Italia Ewelina Jelenkowsa-Lucà.

Negli ultimi mesi del 2013 l’Europa ha stanziato per la cultura 1,46 miliardi di euro, e approvato a Strasburgo il programma Europa creativa che finanzierà film, documentari, prodotti multimediali, sale cinematografiche, iniziative volte a valorizzare la diversità culturale nonché la circolazione delle opere. Un’attenzione significativa sarà riservata ai giovani ai quali verrà dato uno specifico supporto nell’acquisizione di competenze, con particolare riferimento alle tecnologie digitali, e al sostegno al più ampio accesso ai mercati e agli eventi europei.

L’Italia è chiamata a definire una strategia e una governance multilivello tra Ministeri, Regioni ed Enti locali per la valorizzazione dei beni culturali e delle industrie creative.

I recenti tagli del Mibact hanno portato a considerare i progetti europei e i fondi strutturali come una forte azione di rinforzo volta a compensare le risorse necessarie per la conservazione, la valorizzazione di infrastrutture e i servizi offerti dagli enti pubblici e privati del settore culturale.

E’ in questa prospettiva che il Centro Sperimentale di Cinematografia ha organizzato questo incontro, primo di una serie di appuntamenti finalizzati a sottolineare l’ importanza del quadro europeo per l’industria cinematografica audiovisiva italiana, per gli archivi e le cineteche e quindi ad avviare partenariati pubblico-privati, sia sul fronte dell’ alta formazione che sul versante della valorizzazione del patr


imonio culturale.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close