Italia

Sardegna Alluvione, a Onanì il contributo di solidarietà

Alluvione, a Onanì il contributo di solidarietàLa giunta comunale destina i 20mila euro al piccolo paese della provincia di Nuoro. Dalla Confraternita della Beata Vergine della Difesa devoluti 2 mila euro.

STINTINO 10 gennaio 2014 – E’ Onanì il paese che beneficerà del contributo di 20 mila euro stanziato dal consiglio comunale di Stintino per le popolazioni colpite dall’alluvione del 18 novembre scorso. Lo ha stabilito la giunta comunale stintinese nei giorni scorsi, con la delibera del 30 dicembre. A questi fondi si aggiungono quelli che saranno devoluti dalla Confraternita della Beata Vergine della Difesa.

Il passaggio della giunta arriva dopo la decisione che l’assemblea comunale stintinese aveva preso il 25 novembre scorso.
Il sindaco e la giunta, quindi, sulla scorta dei suggerimenti dei consiglieri comunali «di studiare e valutare a chi destinare il contributo», hanno deciso di riservare i fondi al piccolo paese situato nell’entroterra della Sardegna.
Una scelta che avvicina il paese che si affaccia sul Golfo dell’Asinara alla comunità guidata da Clara Michelangeli, alla quale, proprio nei giorni scorsi, il sindaco Antonio Diana ha scritto per comunicare la scelta.

Durante il consiglio comunale di novembre, a sottolineare l’importanza del gesto era stato proprio il primo cittadino di Stintino che aveva fatto presente che «se non ci si aiuta in questi frangenti si rischia di far crollare tutto il sistema sociale».

L’alluvione di novembre ha provocato ingenti danni al paese di quasi 500 abitanti della provincia di Nuoro, soprattutto dal punto di vista della viabilità. La furia di Cleopatra, che ha fatto crollare il ponte lungo l’unica strada di accesso al paese, ha lasciato Onanì per venti lunghi giorni isolato dal resto del mondo. La creazione di una bretella temporanea sul Rio Masicare, in grado di collegare la strada alla provinciale per Bitti, ha ridato un po’ di respiro al paese che ha subìto, però, consistenti danni nelle campagne e nel resto della viabilità che resta ancora critica.

«Non ci si può tirare indietro in queste occasioni – afferma il sindaco Antonio Diana – e questo contributo di solidarietà è il gesto di una comunità più fortunata, come la nostra, verso quelle che in questo momento hanno maggiore bisogno di aiuto».

La somma sarà prelevata dal fondo di riserva e non è escluso che, nel prossimo esercizio finanziario, possa essere preso in considerazione lo stanziamento di un ulteriore contributo per altre comunità colpite dall’alluvione.

A questi fondi si aggiungeranno i 2 mila euro che anche la Confraternita della Beata Vergine della Difesa di Stintino ha deciso di devolvere al piccolo paese del Nuorese.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close