Salute

Al via la campagna Pronto Alzheimer per il sostegno ai familiari

Campagna Pronto Alzheimer 2014Il servizio della Federazione Alzheimer Italia, nato per sostenere e assistere i familiari dei malati di Alzheimer, risponde ogni anno a 7mila richieste di aiuto

Milano, 16 gennaio 2014 – Dal 2 al 16 febbraio la Federazione Alzheimer Italia avvia una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite SMS solidale al 45596 per sostenere Pronto Alzheimer, primo telefono Alzheimer in Italia e primo servizio di aiuto concreto ai familiari dei malati.

Si può inviare un SMS al numero 45596 da tutti i cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca per donare 1 euro. Chiamando lo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT si donano 2 euro. Si possono inoltre donare 2 o 5 euro chiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb.

In Italia si stima che siano 1 milione le persone affette da demenza, di cui il 60% malate di Alzheimer. Sono quindi 600mila nel nostro Paese le famiglie coinvolte nel dramma di questa malattia che, colpendo progressivamente le cellule cerebrali, provoca il declino progressivo e globale delle funzioni cognitive e il deterioramento della personalità e della vita di relazione.

L’Alzheimer non deve essere considerato un effetto collaterale dell’invecchiamento, ma un’epidemia mondiale, tuttora inguaribile, che deve essere affrontata come priorità sanitaria e sociale (nel mondo si stimano 44 milioni di persone affette da demenza). Lo ha ricordato recentemente a Londra, in un Summit G8 sulla demenza, il primo ministro britannico Cameron: “Non importa dove voi viviate, la demenza ruba le vite e distrugge le famiglie. È per questo che noi siamo qui riuniti e siamo determinati a sconfiggerla. Abbiamo combattuto la malaria, il cancro, l’AIDS e ora voglio che l’11 dicembre 2013 sia ricordato come il giorno in cui è iniziata la lotta mondiale alla demenza”.

La Federazione Alzheimer Italia, rappresentante per il nostro Paese dell’Alzheimer’s Disease International (ADI), opera dal 1993 per migliorare la qualità di vita dei malati e delle loro famiglie. Proprio per dare supporto ai familiari  nella cura ai malati, nella tutela dei loro diritti e fornire risposte ai loro dubbi e alle loro domande la Federazione Alzheimer ha avviato e sviluppato in 20 anni l’attività di Pronto Alzheimer. Rappresentando il 30% delle attività della Federazione, il servizio è diventato un punto di riferimento nazionale sia per i familiari dei malati sia per le figure professionali che si occupano della malattia: fornisce informazioni, aiuto psicologico, consulenze in materia legale, previdenziale, psicologica e sociale, indirizza verso i servizi territoriali più adeguati.

La linea telefonica (02-809767) è attiva dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (negli altri orari e durante il fine settimana risponde una segreteria telefonica) ed è gestita da una struttura dedicata composta da 2 persone affiancate da volontari.

In media, ogni anno Pronto Alzheimer risponde a 7mila richieste di aiuto, provenienti da tutta Italia. Dalla sua nascita, sono state oltre 130mila le richieste soddisfatte.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close