Italia

Alassio: Centro Studi dell’Alberghiero, indagine conoscitiva shooping turista russo

Franco laureri responsabile centro stidi Alberghiero AlassioIl Centro Studi dell’Alberghiero promuove un’indagine conoscitiva sulle modalità di shopping del turista russo

L’esigenza di contrastare la fuga verso Serravalle e Milano attraverso una strategia di comunicazione finalizzata a promuovere uno “shopping slow”.

 

Dopo i dati non confortanti dei saldi e con le tante incognite sulla prossima stagione estiva, dalla ripresa dell’economia nazionale a quella dei paesi euro, l’unica speranza del comparto del commercio legato al lusso restano i turisti dell’area dell’ex Unione Sovietica. Top spender che la scorsa estate hanno registrato presenze molto significative e che,per alcuni hotel e residence, hanno superato, in determinati periodi il 50% sul totale. Dai primi dati sommari, che saranno verificati attraverso un questionari mirato, i turisti provenienti dall’area C.I.S. inseriscono per i propri acquisti gli outlet e le vie milanesi della moda, togliendo in questo caso risorse e opportunità alle imprese commerciali della Città del Muretto. Infatti, dai dati empirici, frutto di interviste orali ai responsabili del front office degli alberghi, emerge un turista culturalmente preparato ed  informato sulle possibilità offerte dal territorio in materia di shopping. L’identikit che emerge metterebbe in evidenza l’esigenza di contrastare la fuga verso Serravalle e Milano attraverso una strategia di comunicazione finalizzata a promuovere uno “shopping slow” in grado di garantire ai clienti russi collezioni nuove a prezzi concorrenziali, anche grazie ad una politica che miri ad incentivare l’uso del TAX FREE. La ricerca elaborata dal Centro Studi  sul turismo  del “Giancardi” sarà condotta degli alunni del corso commerciale in collaborazione con Confcommercio Savona e con il consorzio “Un Mare di Shopping”. “L’impegno, come sottolinea Franco Laureri responsabile del Centro Studi dell’Alberghiero di Alassio, è quello di capire  le dinamiche che portano i turisti russi a spendere altrove per i propri acquisti e porre in essere azioni e comunicazioni in grado di limitare il fenomeno”.

Link per il questionario https://docs.google.com/forms/d/1Bha7oXgcMXoSCmsJLWa1BtgDw5bIvrakV4ig0WtWLXk/viewform

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close