EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Re Mohammed VI in Costa d’Avorio: tutti i progetti valgano finché sono al servizio dei cittadini

1927056_778677902160080_522378897_nAbidjan 25 febbraio 2014 – All’occasione del Forum Economico Marocco Ivoriano organizzato ad Abidjan nei giorni 24 -25 febbraio 2014, Il Re Mohammed VI del Marocco accompagnato dal Primo ministro ivoriano, Daniel Kablan Duncan, ha lanciato appello per lo sviluppo di partenariato reciprocamente proficuo in Africa, notando che il Continente africano non ha bisogno di un aiuto umanitario ma ha bisogno di più di progetti di sviluppo umano e sociale e che Africa rimane un grande Continente con le sue forze vive, le sue risorse e della sue potenzialità, invitando i paesi africani di prenderseli incarico.

Il Sovrano ha aggiunto che “Questo non è più un continente colonizzato, ecco perché l’Africa deve dare fiducia all’Africa”, esortando i paesi del Continente a non restare ostaggio di loro passato, né di loro problemi politici, economici e sociali attuali. “l’Africa deve guardare suo avvenire con determinazione e ottimismo” sfruttando queste potenzialità.
“Se il secolo precedente è stato quello dell’indipendenza degli Stati africani, il 21° secolo dovrebbe essere quello della vittoria dei popoli contro gli affanni del sottosviluppo, della povertà e dell’esclusione”, ha detto il Sovrano, sottolineando che “una Africa dinamica e sviluppata non è un semplice sogno per il domani, ciò può essere una realtà di oggi, ma a condizione di agire”. II Sovrano ha esortato i paesi africani a fare in sorte che la mondializzazione diventi una forza positiva per lo sviluppo dell’Africa attraverso una azione che fa dallo sviluppo economico, il commercio e l’integrazione regionale tematiche centrali.
Su un altro versante, il Re Mohammed VI ha affermato che il Marocco, come la Costa d’Avorio, assuma pienamente la sua vocazione africana, quella che è stata sempre la sua durante la sua Storia”. Il Marocco che è stato pioniere nello schema di cooperazione triangolare, “è disposto a mettere al servizio paesi africani capitale della credibilità e della fiducia che gode presso i suoi partner”, ha indicato il sovrano, sottolineando la necessità per l’Africa di beneficiare delle opportunità offerte dalla cooperazione triangolare, come strumento innovativo, facilitando la coniugazione di sforzi e l’ottimizzazione delle risorse.
Per il Sovrano, “tutti i progetti si valgano finché sono pertinenti e che si destinano al servizio del cittadino”. “All’evidenza, ci sono progetti di importanza nazionale. Il Marocco è posizionato bene per misuralo, perché nostri progetti di infrastrutture sono interamente realizzati sulla base dell’expertise marocchina come per esempio le autostrade, elettrificazione, dighe, porti o aeroporti”, ha sottolineato il Re.
Il sovrano ha anche notato l’esistenza di progetti che, pur essendo più piccoli, sono di particolare importanza perché interessano direttamente i cittadini e mirano di migliorare la loro vita quotidiana. Il Re ha aggiunto che la cooperazione, ieri basata sul rapporto di fiducia e di legami storici, oggi, è, sempre più basata sull’efficacia, la performance e la credibilità.
il Forum Economico Marocco Ivoriano organizzato ad Abidjan dalla Confederazione Generale delle Imprese CGECI e della Camera industriale e la Confederazione Generale delle imprese marocchine CGEM, in partenariato con il Centro di promozione degli investimenti in Costa d’Avorio (CEPICI), la Camera del Commercio e dell’Industria ivoriana e la federazione ivoriana di piccoli e medie imprese (FIPME).
Questo forum economico multisettoriale (Agricoltura, Industria, Miniere, Energia, Idrocarburi, Infrastrutture, BTP, Trasporto, Logistica, Sanità, Turismo…) rafforzerà il partenariato sud – sud attraverso i settori pubblici e privati dei due paesi.
In questi due giorni è stata presentata l’expertise marocchina, le opportunità d’affari e le possibilità di partenariato tra le imprese marocchine e ivoriane, nonché le potenzialità del mercato ivoriano come un vera locomotiva di tutta le regione d’Africa Occidentale.
Oltre 400 operatori ivoriani e un centinaio di imprese marocchine hanno partecipato a questo evento. All’apertura dei lavori hanno partecipato i membri e rappresentanti delle organizzazioni di datori di lavoro dei due governi, le missioni diplomatiche a Abidjan.

About the author

Yassine Belkassem, marocchino italiano, già pubblicista con www.stranieriinitalia.it, e Almaghrebiya, attualmente collabora con NotizieGeoplotiche.nete Ajialpress.com testata marocchina. Per Mediterranews cura aggiornamenti dal Marocco e non solo

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com