EconomiaItalia

Sardegna: interrotti fondi UE per cattivo utilizzo. Uggias: lo denuncio da mesi

Uggias (IdV): “I maggiori quotidiani nazionali dedicano ampio spazio all’ennesimo richiamo che la Commissione Europea ha rivolto alla Regione Sardegna sull’utilizzo dei fondi strutturali. E’ una cosa che sto denunciando da mesi”. Questo il commento dell’eurodeputato Giommaria Uggias alla notizia dell’avvenuta interruzione, da parte della UE, dell’erogazione di circa 35 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo per le politiche di inclusione e formazione.

“Da mesi denuncio nelle dichiarazioni, nelle interviste e tramite interrogazioni parlamentari(http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+WQ+E-2013-013500+0+DOC+XML+V0//IT&language=it) l’incapacità politica e amministrativa della regione Sardegna di sfruttare i fondi europei a disposizione”.

“Appena pochi giorni fa – ha proseguito il parlamentare IdV – ho denunciato i toni trionfalistici da campagna elettorale dell’assessore Contu, che giocando con i numeri cercava di far passare per virtuosa nella spendita dei fondi una regione alla quale sono stati sottratti alla gestione diretta circa 54 milioni al POR FSE e circa 304 milioni al POR FESR per incapacità di spesa”.

“A conferma di quanto ho detto, lo scorso dicembre c’è stato un altro audit del comitato di sorveglianza per la verifica dell’utilizzo dei fondi strutturali. Vedendo il modo in cui la regione Sardegna sta gestendo anche la fase di programmazione dei prossimi fondi da oltre un anno – ha concluso con preoccupazione il deputato sardo – ho paura che non sarà l’ultima interruzione che l’UE ci imporrà”.

Giommaria Uggias

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close