Salute

Sclerosi Multipla: un approccio di diagnostica multimodale per la CCSVI

zivNell’ambito del convegno annuale della prestigiosa Società Internazionale per le Malattie Neurovascolari (ISNVD), svoltosi a San Francisco (California) la scorsa settimana, il neurologo prof. Robert Zivadinov dell’Università di Buffalo (New York) ha tenuto un’interessante presentazione intitolata “Stato dell’arte I: perché abbiamo bisogno di un approccio di diagnostica multi-modale per la CCSVI“.

Secondo il prof. Zivadinov il sistema venoso extra-cranico è complesso e non ben studiato in confronto al sistema venoso periferico. Una nuova condizione vascolare proposta, denominata insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) , descritta inizialmente nei pazienti con sclerosi multipla (SM), ha innescato forte interesse per una migliore comprensione del ruolo delle anomalie venose extra-craniche e delle varianti dello sviluppo.

Finora, non c’è alcuna modalità diagnostica di imaging stabilita, non invasiva o invasiva, che possa servire come “gold standard” per la diagnosi di queste anomalie venose. Tuttavia, stanno emergendo linee guida di consenso e protocolli standardizzati di imaging. Molto probabilmente, un approccio multimodale di imaging alla fine sarà il mezzo più completo per lo screening, la diagnosi e il monitoraggio.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare lo spettro delle patologie venose extra-craniche e per confrontare i risultati di imaging con gli esami patologici.

Secondo l’autore, la capacità di definire e di individuare in modo affidabile e non invasivo queste anomalie è un passo essenziale per stabilire la loro incidenza e prevalenza. Il ruolo di queste anomalie nel causare significative conseguenze emodinamiche per il drenaggio venoso intra-cranico nei pazienti con sclerosi multipla e altri disturbi neurologici, e nell’invecchiamento, rimane ancora da dimostrare.

Fonte: http://www.isnvdconference.org/images/ISNVD_Course_Book_2014.pdf

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close