Italia

Stintino accoglie l’arcivescovo di Sassari

Antonio Diana consegna dono a padre Paolo Atzei
Antonio Diana consegna dono a padre Paolo Atzei

Stintino accoglie l’arcivescovo di Sassari
Padre Paolo Atzei in paese per la visita pastorale.

 «Lavorare per il bene comune è una sfida, voi l’avete raccolta e adesso dovete trasmetterla alle generazioni future». Così nei giorni scorsi l’arcivescovo di Sassari, padre Paolo Atzei si è rivolto al sindaco, agli assessori e ai consiglieri comunali stintinesi che lo hanno accolto nella sala consiliare in occasione della due giorni della visita pastorale a Stintino. Un’occasione di preghiera, riflessione e incontri con l’intera comunità stintinese.
Una prima rappresentanza lo ha accolto proprio nella sala al primo piano del palazzo di via Torre Falcone. Qui a dargli il benvenuto, oltre agli amministratori, c’erano tutti i dipendenti comunali, i rappresentanti delle Confraternita della Beata Vergine della Difesa, i barracelli e i rappresentanti delle forze dell’ordine presenti a Stintino.
Il sindaco Antonio Diana, che ha accolto l’arcivescovo e portato i saluti dell’intero paese, ha ricordato come la comunità stintinese senta forte il principio di solidarietà sociale.
Concetti poi ribaditi dall’assessore ai Servizi sociali e Pubblica istruzione, Antonella Mariani che ha ricordato le «varie iniziative adottate per la scuole, le associazioni, per l’istruzione e i viaggi all’estero degli studenti, quindi per gli anziani e per le giovani coppie».
Punti centrali dell’intervento di Francesca Demontis, consigliere comunale con delega alla Cultura, sono stati «i temi della solidarietà verso le comunità in difficoltà e della fratellanza nei riguardi delle popolazioni lontane con le quali si punta a favorire una stretta collaborazione per una crescita umana e sociale».
A questi valori, ha aggiunto l’assessore ai Lavori pubblici Angelo Schiaffino, si somma poi quello dell’ospitalità che «vede impegnata l’amministrazione nella realizzazione di opere pubbliche in grado di rendere sempre più accogliente il paese».
«La presenza dell’arcivescovo è un segno di speranza in un momento delicato», ha detto il consigliere di minoranza Antonio Scano, e «le sue parole guida per proseguire rinfrancati nel difficile cammino che la vita di propone», ha aggiunto la consigliera Gavina Unali.
Padre Paolo ha quindi messo l’accento sull’importanza di ricercare e diffondere questi valori, e rivolgendosi a tutti gli stintinesi in generale ha aggiunto di «apprezzare il vostro stile che non è di oggi ma di sempre. Voi che recuperate secoli di storia e la riempite di contributi, fate di Stintino un luogo amicale, aperto alla Penisola e all’Europa».
Nella mattinata, prima dell’incontro in Comune, padre Paolo Atzei ha fatto visita alle scuole elementari di via Lepanto e alle scuole medie di via delle Frecce Tricolori. Un immancabile saluto ai giovani studenti, con i quali ha scambiato alcune battute e, con i ragazzi di seconda e terza media, si è soffermato a parlare di giornalismo, sua grande passione.
La visita dell’arcivescovo, accompagnato dal parroco don Andrea Piras, è proseguita con la santa messa e la visita agli anziani e ammalati.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close