Italia

Stintino e la Catalogna più vicini

La firma del protocolloSiglato un protocollo di collaborazione con la città di Vilanova I La Geltrù

STINTINO 8 febbraio 2014 – Artigianato, carpenteria navale, ambiente, scambi culturali: sono i punti sui quali si svilupperà la collaborazione tra Stintino e  Vilanova I La Geltrù, città della Catalogna in Spagna. Ieri, 7 febbraio, il sindaco di Stintino Antonio Diana e il vicesindaco della città catalana, Gerard M. Figueras i Albà, hanno siglato un protocollo di intesa per l’avvio di una cooperazione transazionale.

La sigla del protocollo fa seguito al primo incontro, avvenuto circa un anno fa a Vilanova I La Geltrù, tra il sindaco Antonio Diana e quello del paese catalano in occasione della festività patronale della città.

Comincia così a prendere corpo l’accordo di cooperazione transnazionale, che vedrà lavorare assieme le due comunità. L’obiettivo è quello di predisporre progetti che dovranno poi essere inviati all’Unione europea per la richiesta di finanziamenti mirati.

Vilanova I La Geltrù sorge sul mare e, per diversi aspetti, caratteristiche del territorio e attività, è accomunata alla località turistica della Nurra. Nel territorio di Vilanova I La Geltrù infatti si trovano il Parc de Garraf con paesaggi montani ricchi di formazioni carsiche, il Parc de Foix con numerosi vigneti e castelli medioevali, l’Olérdola dove sono presenti campi coltivati, palme e ruderi romani. Inoltre è presente anche una chiesa del XII secolo, quella di Sant Miquel. A questi si aggiungono la tradizione marinara, le spiagge, il turismo balneare a ambientale, le attività economiche legate alla pesca, la presenza di un porto turistico, la gastronomia.

«Per una migliore collaborazione – ha detto il primo cittadino di Stintino – metteremo in campo i nostri mezzi, perché vogliamo portare avanti un importante processo di sviluppo della nostra comunità».

«Vogliamo fare in modo che questo accordi porti alla realizzazione di fatti concreti – ha aggiunto il vicesindaco Gerard M. Figueras i Albà – e che possano servire anche per i nostri giovani». «La regione spagnola, infatti, vive il dramma di una elevata disoccupazione che – ha aggiunto il direttore generale dell’assessorato regionale al Lavoro della Catalogna Jordi Miró i Meix – supera il 50 per cento».

L’impegno delle due comunità quindi si orienterà anche verso questa problematica, con la possibilità di attivare scambi culturali e attività formative.

All’incontro erano presenti, per il Comune di Stintino, oltre al primo cittadino, il vicesindaco Angelo Moschella, l’assessore al Turismo Angelo Schiaffino e il consigliere comunale con delega alla Cultura Francesca Demontis. Erano presenti inoltre Joan-Elies Adell, direttore della Generalitat de Catalunya ad Alghero.


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close