Italia

Bufala virale e sessista sulla patente delle donne

Viva_BufalaLa grande fabbrica delle bufale della rete ci ritenta ed è subito virale. Questa volta però è un virale molto particolare infatti la notizia mandata in rete dal noto sito specializzato in bufale virali è sessista.

Così si legge “

Roma, 30/03/2014

Il Ministero dei Trasporti ha deciso: da Agosto 2014 saranno revocate tutte le patenti alle donne che ne sono munite. Inoltre saranno bloccate e sospese tutte le richieste in corso. Questa decisione è stata presa in conseguenza alla “oggettiva incapacità di stare alla guida di un automobile o di un motociclo


Le donne si sa, sono da sempre oggetto di umorismo quando si parla di stare al volante, ma questa volta si fa sul serio.
Da Agosto partirà l’ufficialità del provvedimento, e tutte le donne residenti in un comune Italiano, dovranno riconsegnare le loro patenti presso la Motorizzazione o le Autoscuole autorizzate, entro e non oltre il 30/08/2014.
Qualsiasi donna venga trovata al volante dopo tale data è prevista l’ammenda da euro 2257 a euro 9032 nel caso di guida di autoveicoli e motoveicoli secondo l’Art.116

I commenti del Ministro al riguardo di tale provvedimento: “Ogni anno si registrano oltre 186.000 incidenti stradali e nel 75% sono coinvolte donne. Inoltre è stato rilevato tramite un monitoraggio del traffico urbano ed extraurbano che l’80% di questo è causato dall’incapacità del gentil sesso di guidare, o perchè troppo lente, o perchè poco pratiche nell’eseguire manovre””


Tutto palesemente falso eppure il popolo del web condivide e commenta, non pochi sono coloro che ci credono. Attenzione alle notizie prive di fondamento o palesemente senza senso.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close