Italia

Confisca beni 800mila euro tra Piemonte, Lombardia e Calabria. Pasquale Marando

Sequestro beni di 800mila euro presumibilmente riconducibili a Pasquale Marando e ai suoi complici. Marando ricordiamo è da sempre ritenuto dagli investigatori uno delle persone chiave dell’ndrangheta al nord di Italia. Dopo ben  21 anni dal  arresto, avvenuto nel 1993 per traffico di droga, i beni di Marando  sono ora nella disponibilità dell’Agenzia Nazionale beni sequestrati alla criminalità organizzata gli immobili – in Piemonte, Lombardia e Calabria – che il clan usava per ospitare latitanti o nascondere documenti illegali. La confisca è stata eseguita dalla guardia di finanza di Torino.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close