Magia e Misteri

I Tarocchi fra gioco e mistero

matto tinteriConferenze incontri I Tarocchi nell’Arte e nella Scrittura Creativa

Il 6 marzo alle ore 17,30 nella Spazio Incontri – Palazzo della Regione Liguria, in occasione della vasta mostra che vede esposte le opere di diversi artisti fra i quali: Pier Canosa, Marcella De Ferrari, Guido de Machi, Odo Tinteri, Carlo Piterà, Daniela Kalepyros,Maurizio Frizziero, Angelo Baghino


Odo Tinteri, che espone la sua serie di Arcani Maggiori, ci parlerà di Tarocchi nella Storia dell’Arte.

Partendo dalle sue esperienze che lo hanno portato ad esprimersi su molti temi, quali,” Il Colore come memoria”,” Le barche nella Storia” e le opere Sacre, racconterà come è arrivato a concepire i Tarocchi. Molti artisti lo hanno fatto e questa è la testimonianza dell’interesse che il tema ha sempre suscitato nel tempo. Da gioco di corte a mezzo di divinazione, le carte sono degli archetipi che si incontrano nella vita di tutti i giorni e la loro interpretazione è sempre una avventura da ascoltare. Gli Arcani Maggiori dipinti da Tinteri sono frutto di una lunga meditazione suffragata da incontri che ne hanno provocato l’interesse a cimentarsi nell’oggettivazione delle intuizioni maturate negli anni.

In queste carte, non manca l’ironia della sorte ed il colore interviene a rendere loquace l’immagine. Il rispetto dei simboli codificati accresce il mistero nel gioco divertente ed intrigante.

Ogni artista che ha affrontato questo tema, quantunque alacre sia stata la sua fantasia, ha sempre parlato del proprio mondo di pensiero nel quale è vissuto, rendendo il lavoro, specchio del proprio animo,e capace di messaggi significanti e preziosi.

Elisabetta Rossi tratterà: La conoscenza dei Tarocchi come metodo di scrittura creativa
I Tarocchi stimolano la creatività
Quasi tutti quelli che scrivono, per diletto o per mestiere, si troveranno prima o poi di fronte ad un foglio immacolato o ad uno schermo bianco, che potranno suscitare in loro, a seconda del carattere e della situazione, preoccupazione, ansia persino panico. Come riempire la pagina? Quale stile usare? È meglio iniziare in medias res oppure da un antefatto? E se si esaurisce l’ispirazione?
I Tarocchi sono un valido strumento per sbloccare la creatività e attivare le risposte inconsce che ci permettono di scegliere in maniera soggettiva, consapevole ed efficace al di fuori degli schemi convenzionali che spesso ci condizionano e inibiscono.
I Tarocchi sono degli archetipi, dei modelli di esperienze psichiche e fisiche comuni a tutte le culture che si perdono nella notte dei tempi e appartengono alla coscienza individuale e collettiva.
Sono simboli della natura umana con la sua profonda ambivalenza di corpo e spirito.
Conoscerli, interrogarli, interpretarli permette una profonda consapevolezza delle nostre potenzialità e capacità creative anche nell’arte della scrittura.

Nadia Battaglia leggerà dei brevi testi sul tema, scritti da Odo Tinteri

Interverranno: Paolo Agnello, cantautore genovese molto apprezzato e noto anche per le sue partecipazione al Festival di Sanremo, Alessandra Ravizza e Andrea Megliola del gruppo Rebis

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close