Italia

Lago Patria, arresto Antonio Barone noto l’elettrauto

carabinieri1Lago Patria è stato catturato  Antonio Barone, 42 anni, detto “l’elettrauto”, dai carabinieri di Castello di Cisterna e di Giugliano (Na).

L’uomo residente a Casalnuovo di Napoli sul corso Umberto, è considerato elemento di spicco del gruppo camorristico Veneruso – Rea, operante per il controllo degli affari illeciti nel vesuviano. Il 42enne era latitante dall’ottobre 2013 e sfuggiva a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli su richiesta della direzione distrettuale antimafia partenopea, che lo ritiene il promotore di un’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal metodo mafioso. In particolare, dalle indagini era emerso che il 42enne era il referente a Casalnuovo del citato gruppo criminale e incassava i proventi dell’attività di spaccio di altri 10 indagati all’interno del quartiere di edilizia popolare “219”.

Questa mattina, nel corso delle attività di osservazione e pedinamento predisposte per individuarlo, i carabinieri hanno fatto irruzione in un appartamento a Lago Patria nel parco San Lorenzo, in via Parchitiello. Penetrati nella casa i militari hanno sorpreso l’uomo nel sonno e quest’ultimo non ha nemmeno accennato a reazioni, lasciandosi ammanettare. Arrestata per favoreggiamento personale aggravato la giovane donna che lo ospitava, Elena Spaccapietra, 20 anni. Entrambi sono stati portati in carcere: l’uomo nel centro penitenziario di Secondigliano e la donna nel carcere di Pozzuoli. (Il Velino)


Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close