Rubriche

Otto marzo: la storia di Cinzia, mamma con la valigia che ha trasformato una passione in lavoro Senza rinunciare alla famiglia

DIGITAL CAMERADue bimbi di 7 e 4 anni, Cinzia dal 2004 è Consulente per Viaggiare di CartOrange: «Organizzo viaggi su misura e riesco a ritagliarmi il tempo per la gestione della casa»

Moglie, mamma e viaggiatrice. La storia di Cinzia Tubertini, 45 anni, di Bologna, è quella di una donna che non ha mai smesso di inseguire il suo sogno nel cassetto, quello di viaggiare, e che l’ha realizzato conciliando lavoro e famiglia. Ci è riuscita (anche) grazie all’incontro con CartOrange, azienda della vendita diretta nel settore dei viaggi, che conta oltre 400 Consulenti per Viaggiare in tutta Italia  e che si rivela anche una realtà particolarmente amica delle donne, visto che il 65% dei collaboratori, tra consulenti e staff, appartiene al gentil sesso.


«Sono diventata Consulente per Viaggiare CartOrange dieci anni fa e questo lavoro mi ha cambiato la vita, permettendo di trasformare la mia passione per i viaggi in una professione – afferma Cinzia -. Oggi che sono anche mamma, riesco a “incastrare” i miei appuntamenti con i clienti nei momenti in cui i bambini sono a scuola, oppure alla sera, quando mio marito è già rientrato a casa. In questo modo posso seguirli nelle attività pomeridiane. Poi, grazie a internet, posso continuare a lavorare dopo averli messi a letto».

Cinzia inizia a lavorare per CartOrange nel 2004 ed è tra i primi consulenti di viaggio che operano a Bologna. «Da sempre mi è piaciuto viaggiare, quindi ho studiato le lingue e ho scelto lavori che mi consentissero di avere la valigia sempre in mano: prima ho fatto l’animatrice e poi mi sono occupata, come impiegata, dei rapporti con l’estero, in modo da viaggiare spesso» racconta Cinzia.

A 36 anni decide di dare una svolta decisiva alla propria vita: lascia il lavoro fisso e si butta a capofitto nella sua passione per i viaggi, orientandosi verso una professione che le consentisse di farlo. Dopo aver valutato diverse opzioni, un amico le parla di CartOrange e decide di provarci. L’azienda, nata nel 1999, propone un approccio diverso e innovativo: non è la solita agenzia viaggi, ma offre la possibilità di lavorare in autonomia, incontrando i clienti direttamente a casa loro.

Cinzia fa il colloquio e viene presa: «Non avevo esperienze lavorative precedenti nel settore, ma la formazione viene fornita dall’azienda e in me la passione era così forte che devo averli convinti» dice.

Il Consulente per Viaggiare è una figura innovativa, le cui caratteristiche distintive sono la qualificazione e la preparazione, oltre che la formazione continua per essere sempre aggiornati sull’offerta turistica e sulle novità. Elementi fondamentali per riuscire a proporre itinerari innovativi, diversi da quelli dei classici cataloghi, costruiti su misura in base alle esigenze dei clienti

 Per Cinzia si realizza il sogno di una vita: fa quello che più le piace, organizzare viaggi, e riesce anche a farlo bene, tanto che in un anno raggiunge diversi obiettivi e si guadagna la partecipazione a dei viaggi premio. Così, a sua volta, prepara spesso la valigia. In alcuni casi sono gli enti del turismo che la invitano per promuovere le destinazioni, e in pochi anni macina chilometri su chilometri e visita posti da favola. «Ai clienti piace la cura e l’attenzione con cui li seguo, così dopo la prima esperienza moltissimi ritornano – spiega Cinzia -. A quel punto già conosco i loro gusti e spesso mi scrivono mail del tipo “Ho le ferie il mese prossimo: dove mi mandi?”».

Nel 2006 Cinzia va in Polinesia, la destinazione che aveva sempre desiderato: è all’apice del successo professionale e capisce che è ora di una nuova svolta, questa volta nell’ambito personale. Così, nel 2007 diventa mamma: «Ho avuto una gravidanza senza problemi, quindi sono riuscita a lavorare e viaggiare anche con il pancione – dice -. Dopo la nascita della bambina mi sono dovuta riorganizzare ma, grazie all’aiuto di nonni e marito, sono riuscita a riprendere il lavoro e anche i viaggi». Nel 2010 arriva anche un fratellino. Ora nella sua giornata concilia gli impegni di lavoro con quelli familiari: «La mattina accompagno i bimbi a scuola, durante il giorno lavoro da casa e poi fisso gli appuntamenti con i clienti in pausa pranzo o la sera, dopo che mio marito è rientrato dal lavoro, o il sabato, quando posso contare su nonni e zii che fanno da baby sitter. Inoltre, grazie a internet, posso mandare avanti le pratiche anche la sera tardi». E quando le capita di fare un viaggio, si parte: «Le destinazioni più recenti sono state Marsa Matrouh, sulla costa nord dell’Egitto affacciata sul Mediterraneo, con le sue bellissime spiagge bianche e il mare turchese, e il Kenya, dove ho potuto dormire in un campo tendato a 5 stelle nella savana e vedere tanti animali. L’anno scorso sono stata in Oman. Un viaggio indimenticabile da mille e una notte: ho dormito anche in un hotel a 6 stelle e mi sono sentita una vera regina».

Ogni Consulente per Viaggiare CartOrange ha un proprio spazio sul sito web dell’azienda, dove può descrivere i suoi viaggi e i suoi interessi e i clienti possono pubblicare i loro racconti. Attualmente CartOrange ricerca 100 consulenti in tutta Italia: per partecipare alle selezioni è possibile inviare il proprio curriculum dal sito www.cartorange.com.

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close