Medit...errando

Salerno, visita al Duomo e all’Horto dei Semplici. 30 marzo.Altanur

Duomo di SalernoSalerno – Domenica 30 MARZO 2014

Programma
Appuntamento a Salerno – Davanti Stazione FS alle ore 09,30 si raccomanda la precisione Passeggiata lungo il corso Vittorio Emanuele fino alla Piazza Alfano I.
Visita guidata del Duomo, fondato nel XI sec. dal normanno Roberto il Guiscardo. Passeggiata lungo la via Trotula de Ruggiero.
Visita guidata del Giardino della Minerva, primo orto botanico del mondo occidentale. A tavola con la tradizione culinaria marinara, in una Trattoria Tipica del centro storico.
Menù
1° Linguine con alici, oppure Spaghetti ai Frutti di Mare
2° Frittura di Paranza
Contorni: patate al forno – zucchine ‘alla scapece’ – melanzane a funghetti
Vino rosso e acqua del sindaco
Dolce preparato in casa

Il Duomo
Il Duomo di Salerno fu costruito intorno al 1080 per volere di Roberto il Guiscardo mentre era arcivescovo Alfano I, poeta e medico della Scuola Medica Salernitana. Dedicato a Santa Maria degli Angeli e a San Matteo, sorge in un’area molto stratificata su una chiesa paleocristiana, eretta a sua volta sulle rovine di un tempio romano. Ha subito nel corso dei secoli diversi interventi di
ristrutturazione e l’aspetto attuale rispecchia il rifacimento di epoca barocca mentre, dell’originario impianto romanico, restano elementi decorativi nella chiesa, il campanile e l’atrio circondato da un porticato retto da 28 colonne. Dalla zona absidale si scende nella cripta ove si conservano le reliquie del santo patrono della città.

Il giardino della Minerva
Fin dal medioevo i “semplici” (varietà vegetali con virtù medicamentose) si coltivavano in vari orti cittadini. La parola
semplici deriva dal latino medioevale medicamentum o medicina simplex usata per definire le erbe medicinali.
Il giardino della Minerva che si trova nel cuore del centro antico di Salerno, in una zona denominata nel medio evo
Plaium Montis, ha una superficie di 2,3 ettari. Nel primo ventennio del 1300 il maestro Matteo Silvatico vi istituì un
Giardino dei semplici o Horto dei Semplici svolgendovi una vera e propria attività didattica con gli allievi della Scuola Medica. Il giardino medievale è stato rinvenuto a circa due metri di profondità sotto l‘attuale piano di calpestio. Documenti storici
confermano che questo giardino fu il primo Orto botanico d’Europa per la coltivazione e raccolta dei semplici. La particolare tipologia di disegno e uso della vegetazione è stata poi ripresa anche nei successivi orti botanici di Padova, Pisa, Firenze, Pavia e Bologna.

Il costo – comprensivo di tutto – è di 25 € a persona (la visita si effettuerà con min 25 persone)

NOTA: Per chi volesse utilizzare il treno FS, vi sono i regionali che seguono:
NA C.le 07,55 – SA 08,34
NA C.le 08,50 – SA 09,28
SA 18,46 – NA C.le 19,28
SA 20,32 – NA C.le 21,20 Biglietto Week-End U5 (andata e ritorno € 6,5)

E’ NECESSARIO PRENOTARE
al numero 339 17 25 929 (ULISSE) oppure al numero 333 44 94 037 (MARIA ore 15 – 22)
ENTRO IL 25 MARZO 2014

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close