Esteri

Guerra mondiale? Est Ucraina area di crisi. Issate bandiere russe

ucraina-rischio-guerra-civile-blindati-russi-in-crimea-tribunale-aja-yanukovichSembrava che i venti caldi di guerra all’Est si fossero placati ma non è così. E’ ancora crisi tra Russia e Ucraina. Lo si apprende da una nota di Rainews dove si analizza la nuova ed ennesima crisi ai confini dell’Est Europa. Nuovi venti di guerra? Così pare. Sembra che  ci siano state delle irruzione nei palazzi governativi, gli uomini si sarebbero si sono impossessati delle armi e avrebbero issato la bandiera russa. Dopo la Crimea, è l’est dell’Ucraina teatro di tensioni: centinaia di filorussi stanno conquistando gli edifici pubblici, a Donetsk, a Kharviv, a Lugansk, dove otto persone sono rimaste ferite.  I disordini nell’est Secondo i media locali, a Lugansk i filorussi chiedono la liberazione di 15 loro compagni arrestati nei giorni scorsi in un’operazione di polizia. Anche a Donetsk gli insorti filo Mosca hanno occupato la sede dei servizi segreti: ieri circa 200 filorussi hanno occupato il palazzo della Regione. Vogliono un referendum simile a quello della Crimea, che ha portato la penisola tra le braccia della Russia. Anche Kharkiv, decine di persone hanno fatto irruzione ieri nella sede del governo regionale e hanno issato bandiere russe alle finestre, ma oggi sono state sgomberate.  Una manifestazione a favore della Russia si è svolta anche a Odessa. Le accuse di Kiev: Mosca “ci vuole smembrare” “Putin e Ianukovich hanno ordinato e pagato l’ultima ondata di disordine separatista nell’est del Paese”, ha tuonato il ministro dell’Interno di Kiev, Arsen Avakov. “Mosca ci vuole smembrare”; ha detto poi il premier ad interim ucraino Arseni Iatseniuk, accusando la Russia di mettere in atto “un piano per smembrare l’Ucraina” per far poi entrare nel Paese il proprio esercito “e invadere il territorio ucraino”. Intanto il presidente ucraino Oleksandr Turcinov ha annullato una visita ufficiale in Lituania, dopo le manifestazioni separatiste. Nelle prossime ore, l’Esecutivo si riunirà per una riunione di urgenza. La guerra commerciale russa E dopo che Gazprom ha annunciato di aumentare il prezzo del gas per Kiev, arriva un’altra mossa della “guerra commerciale” russa all’Ucraina. Rospotriebnadzor, l’ente che tutela i consumatori russi, ha vietato l’importazione dei prodotti di sei aziende ucraine di latticini per presunte violazioni delle norme igienico-sanitarie. Una decisione che, secondo alcuni osservatori, potrebbe inquadrarsi nella ‘guerra commerciale’ tra i due Paesi legata al conflitto politico dopo l’annessione della Crimea . (Fonte Rainews)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close