EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tarantini muay thai boxing – Team Tarantini in evidenza al “Shardana’s Night III”

Giovanni Mulas vince contro MastinuSASSARI 10 aprile 2014 – Scintille e tanto divertimento al “Shardana’s Night III”, andato in scena a Pattada nei giorni scorsi. Il team guidato da Angelo Tarantini si è messo in mostra sul ring allestito nel palazzetto dello sport della cittadella del Monteacuto. A incrociare tibie e guantoni sono stati tre giovanissimi atleti Michela Demontis, Giovanni Mulas e Antonio Viglietti per un’età media di 16 anni.

 

L’evento, organizzato dal Fight club Shardana di Pattada e dal Tarantini muay thai boxing di Sassari, si è svolto sotto l’egida della Onesongchai Italia, della Kombat league con il patrocinio del Comune di Pattada.

 

Michela Demontis, categoria Speranze, ha affrontato una bravissima e promettente Francesca Porcu della Tai Kadai di Nuoro. Il loro è stato un match pulito e lineare che ha visto la promessa del Tarantini muay thai boxing, più esperta, regalare comunque oltre quattro chilogrammi pur di affrontare una pari età. Dopo una ram muay esemplare, la giovane atleta sassarese ha disputato tre riprese con autorità, lavorando bene tutte le distanze e vincendo a pieno titolo tutti i round. Per lei una vittoria ai punti, con un giudizio unanime da parte dei giudici.

Giovanni Mulas, categoria juniores, ha affrontato l’esordiente seniores Michele Mastinu della Hua Ciai Muay thai. L’atleta del team Tarantini ha dato prova di maturità e ha confermato la crescita psicofisica già vista ai campionati regionali di San Nicolò d’Arcidano. La differenza di volumi, fisica e agonistica nei primi scambi, è stata tutta a favore di Mastinu che è partito a razzo con potenti bordate di braccia. Giovanni Mulas, sempre lucido e con una serie quasi interminabile di calci alle braccia dell’avversario, è riuscito a portare sui suoi ritmi un incontro difficile, contro un avversario molto preparato. Per lui, alla fine, è arrivata una vittoria ai punti con verdetto unanime.

I 5 round del main event tra Antonio Viglietti ed Emanuele Perra, Serra Muay Thai Academy, hanno mostrato, dal primo minuto di combattimento, grandi doti atletiche e padronanza nell’arte dei re. Il match, purtroppo, si è concluso anzitempo.  Dopo due round, a dir poco infuocati, durante i quali i fighter hanno mostrato le loro capacità, all’inizio del terzo una ginocchiata irregolare, ma assolutamente involontaria e fortuita di Perra all’inguine dell’avversario, ha purtroppo messo fine all’incontro.

«Sono davvero soddisfatto dei progressi tecnici fatti dai miei atleti – ha commentato Angelo Tarantini – e rinnovo i complimenti a tutti gli avversari e alle scuole sarde di Muay thai che stanno facendo crescere e progredire i loro giovani».


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com