Economia

Festa dell’Europa: Uggias (IDV) invita i sardi al voto,

G.UggiasELEGGERE UN RAPPRESENTANTE A STRASBURGO E’ UN RISULTATO ALLA NOSTRA PORTATA

 «Eleggere un rappresentante della Sardegna nel Parlamento Europeo è un risultato alla nostra portata. Per questo è necessario che il 25 maggio i sardi vadano in massa a votare senza ascoltare chi stoltamente li invita a disertare le urne». Lo ha detto oggi a Cagliari l’europarlamentare e segretario regionale dell’Italia dei Valori Giommaria Uggias, candidato per la circoscrizione Sardegna Sicilia alle prossime elezioni europee, durante un incontro organizzato in occasione della Festa dell’Europa, che ogni 9 maggio ricorda il giorno del 1950 in cui fu la presentato il piano di cooperazione economica ideato da Jean Monnet che ha segnato l’inizio del processo di integrazione europea.

Uggias, primo sardo a sedere dopo vent’anni sui banchi di Strasburgo, ha sottolineato come le risorse europee per il settennio 2014-2020, se ben utilizzate, rappresenteranno un’opportunità eccezionale di sviluppo per la Sardegna. «Avere accesso a queste risorse è un elemento fondamentale per il rilancio dell’economia, per le famiglie e le imprese», ha spiegato l’europarlamentare, ricordando a titolo esemplificativo due progetti europei: Horizon 2020 che, con una dotazione di 80 miliardi per le università e gli enti di ricerca isolani, potrebbe rivelarsi una importante occasione per i giovani ricercatori sardi; e l’Industrial Compact, 100 miliardi da destinare a diversi settori (dall’acciaio alla cantieristica navale, per la sicurezza, il turismo e infine il settore dell’automazione industriale. «Queste risorse, e parliamo di 180 miliardi per due soli progetti, presuppongono da un lato un’adeguata programmazione da parte delle istituzioni– ha spiegato Uggias – ma dall’altro anche un impegno e una collaborazione da parte delle imprese che devono rinnovare il loro modo di pensare per creare occupazione sfruttando le opportunità che arrivano dalla programmazione europea: solo in questo modo sarà possibile tamponare la disoccupazione che sta dilagando in Sardegna».

Tra i temi trattati durante l’incontro anche quello dei trasporti. A questo proposito Uggias ha spiegato che inizialmente la nostra regione non era stata inclusa nella Rete Transnazionale dei Trasporti in quanto mancava di un Piano di programmazione sui collegamenti con l’Europa. «Un nostro emendamento che portava in testa la mia firma – ha ricordato – ha consentito alla nostra Isola di essere inserita in questa Rete, senza la quale saremmo rimasti fuori dalla mappa europea dei trasporti».

Tra i punti programmatici illustrati dall’europarlamentare sardo anche la regolazione di un “tasso soglia di usura europeo” che dimezzi gli attuali tassi di interesse applicati in Italia dalle banche sui mutui e sul credito al consumo a carico di imprese e famiglie.

«Ecco perché è necessario recarsi alle urne senza perdere le speranze e senza ascoltare le stupidaggini di chi invita i sardi a non andare a votare – ha concluso l’europarlamentare dell’Italia dei Valori –: il voto è un diritto che deve essere esercitato sempre. Chi dice il contrario finge di non sapere che altri, i centri di potere, le lobby prenderanno le decisioni calpestando gli interessi della Sardegna. Io sto dalla parte dei cittadini e ho sempre lasciato fuori dalla porta le pressioni che ho ricevuto, perché avere un nostro rappresentante in Europa, rappresentare la Sardegna a Strasburgo, resta l’unico scudo per far valere le nostre ragioni e quelle dei nostri cittadini».

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close