Economia

Fima organizza dibattito su Politica Agricola Europea

locandina evento FimaLa Federazione Italiana Movimenti Agricoli organizza il giorno 17 Maggio alle ore 17,30 presso l’ auditorium del Comune di Rosarno (RC) in Via Umberto I, un incontro per discutere sul tema: “COSA CHIEDONO I MOVIMENTI AGRICOLI ALL’ EUROPA”.

Saranno presenti Saverio De Bonis, Coordinatore Nazionale FIMA, Salvatore Iannizzi, presidente Associazione il Sole di Calabria, Roberto Carchia, rappresentante del Movimento Agricolo Dauno, Martino Morsello e Franco Crupi rappresentanti del Movimento dei Forconi siciliani.

La vita dell’ uomo è intimamente legata a quella della terra. Se muore l’ agricoltura italiana saremo tutti trascinati in un inevitabile destino comune.

L’ agricoltura italiana non può essere quindi un fattore di disturbo anche perché la politica agricola comune è stata la pietra miliare della Unione europea, la prima ad essere disciplinata, attuata e finanziata nel tempo.

Tuttavia l’ attuale modello di politica agricola sta progressivamente spopolando le aree marginali, consumando territorio agricolo, rompendo il rapporto produzione-territorio, con forti ripercussioni negative per la salubrità dei cibi, dunque, per la salute dei consumatori, la bilancia sanitaria pubblica e quella dei pagamenti dello Stato.

Nel mezzogiorno tale condizione è aggravata da un forte credit crunch, che impedisce di spendere le risorse comunitarie, e da scellerati accordi commerciali con i Paesi terzi che hanno messo fuori gioco le produzioni locali.

Occorre quindi ripensare l’ Europa agricola, ridefinire le regole del gioco, mettere mano allo squilibrio della Pac tra agricoltura mediterranea e continentale e designare processi di risanamento che aiutino a prevenire e contrastare fenomeni illeciti, ricorrenti nei periodi di crisi, affermando con rinnovato vigore la centralita’ dell’ uomo e della terra nel villaggio globale.

Al dibattito saranno invitati i candidati alle prossime elezioni europee.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close