Italia

Ponza: progetto PFU zero nelle isole minori. Pescati oltre 200 pneumatici

252228_239356072848111_1362942857_nUn Mediterraneo pulito è necessario così nei fondali delle isole minori è fervente attività di sub che stanno riportando in superficie gomme d’auto fuori uso. La raccolta  fa parte del progetto  “Pfu zero nelle isole minori” promosso dall’associazione ambientalista Marevivo e dal consorzio Ecotyre. L’avvio delle “pulizie di primavera” all’isola di Ponza, in preparazione dello “European clean up day” del 10 maggio – La squadra di volontari della divisione sub di Marevivo, il nucleo subacqueo dei Carabinieri di Roma e il Centro immersioni Ponza diving si sono messi all’opera per individuare e poi raccogliere oltre duecento pneumatici che giacevano in fondo al mare nella zona del porto dell’isola laziale. Un mezzo di EcoTyre, consorzio che si occupa del ritiro e del recupero degli pneumatici fuori uso, ha caricato i rifiuti per portarli agli impianti di trattamento e poi recuperarli. La gomma, che da rifiuto danneggia l’ambiente e ha alti costi di smaltimento, è riciclabile al 100% e utilizzabile per fondi stradali, superfici sportive, come materiale per l’isolamento o per l’arredo urbano. I bambini presenti sono stati al centro di un progetto di educazione ambientale “Delfini guardiani” portato avanti da oltre due anni sull’isola da Marevivo: in circa 120 bambini sono saliti a bordo del Capricia e del Corsaro – storiche barche a vela della Marina Militare – per imparare il rispetto del mare.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close