Economia

Sassari: centro intermodale verso una soluzione?

0006magg2014 Sanna all'IntreguA s’Intregu Nicola Sanna incontra l’assessore regionale Gianmario Demuro e il consigliere regionale Salvatore Demontis.

 

«Il finanziamento per la realizzazione del centro intermodale passeggeri di Sassari passerà al Comune di Sassari». Lo ha annunciato il consigliere regionale Salvatore Demontis durante un incontro organizzato nel centro culturale s’Intregu, nel centro storico cittadino, e incentrato su “management della pubblica amministrazione” e finalizzato alla presentazione dei quattro candidati al consiglio comunale proposti dall’associazione Intregu: Pierpaolo Bazzoni, Lisa Benvenuto, Carla Fundoni e Antonio Piu. All’incontro hanno partecipato anche il candidato sindaco del centrosinistra Nicola Sanna e l’assessore regionale degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione Gianmario Demuro.

Il consigliere regionale del Pd infatti ha presentato alla IV commissione consiliare permanente un emendamento che, approvato all’unanimità, adesso approderà in consiglio regionale per l’approvazione definitiva e la sua trasformazione in legge.L’emendamento, già richiesto ripetutamente  dalla giunta comunale di Sassari negli ultimi anni di governo Cappellacci, ha spiegato Salvatore Demontis, prevede che «l’intervento infrastrutturale “Centro intermodale passeggeri della città di Sassari” – finanziato a valere sulle risorse liberate del POR FESR 2000/2006, Asse VI – Misura 6.2 – e le eventuali opere complementari venga delegato ai sensi dell’art. 6, comma 9, della legge regionale n. 5/2007 al Comune di Sassari in qualità di stazione appaltante in subentro all’Arst Spa».

In questo caso i 29,5 milioni di euro stanziati per la realizzazione dell’opera passeranno appunto al Comune di Sassari.

Si verrebbero così a sbloccare i lavori, da tempo fermi, sia per la bonifica dell’area che per la realizzazione del centro intermodale.

 

«E’ un primo chiaro segno di come i nostri rappresentanti sassaresi in consiglio regionale abbiano avuto la capacità di rendere efficiente l’amministrazione regionale – ha detto Nicola Sanna – e che consentirà di risolvere un problema fermo ormai da troppo tempo e che aveva costretto alla nascita dell’obbrobrio della stazione pullman di via Zirano. Non appena i sassaresi mi accorderanno la fiducia per assumere le funzioni di guida amministrativa, daremo alla struttura comunale precisa indicazione di dare la massima priorità nella realizzazione del progetto».

 

Il candidato sindaco durante l’incontro ha aggiunto che si farà «portavoce, nei confronti della giunta e del consiglio regionale, della questione relativa al trasferimento ai Comuni delle competenze, della risorse umane e finanziare dell’ente regionale per il diritto allo studio e dell’agenzia regionale per l’edilizia abitativa».

«Il tutto – ha detto ancora – dovrà essere fatto per migliorare l’efficienza della gestione, della progettazione e della realizzazione delle residenze studentesche nelle città sedi di università e nelle città come Sassari, ad alta tensione abitativa. Chiaramente ci si muoverà in un quadro di confronto con le organizzazioni sindacali, la Regione e il sistema degli enti locali».

 

Per disporre di un’amministrazione sempre più vicina ai cittadini, Nicola Sanna ha anche proposto una riorganizzazione di Abbanoa che deve vedere immediatamente decentrati nei comuni i servizi operativi a cui sia dato effettivo potere di intervento per la risoluzione dei problemi alle condutture e alle fognature presenti nelle città e nei comuni, «e’ assurdo che si debba chiedere il lascia passare alla direzione generale del gestore che sta a Cagliari, e che non conosce i problemi e l urgdnza degle interventi necessari », ha chiuso Nicola Sanna.

 

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close