EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Trissino Contrari al matrimonio della figlia sequestrano e massacrano lo sposo

CarabinieriHanno massacrato il genero perchè contrari al matrimonio civile contratto con la loro figlia. Così Maurizio Pastore, autotrasportatore di 62 anni, insieme alla moglie Serenella Luciani, di 52, e all’altro figlio Mirco, di 28, hanno sequestrato l’uomo, ex pugile di 41 anni e lo hanno ridotto in gravi condizioni.

E’ successo a Trissino (Vicenza) dove, convinti che il neo sposo non fosse la persona giusta per ragazza 27enne, lo hanno aspettato per strada, sequestrato, picchiato, minacciato con un coltello ed acido muriatico. Non contenti lo hanno condotto a casa sua, dove gli hanno fatto sottoscrivere una sorta di liberatoria, in cui si descriveva come un pessimo marito e si impegnava a separarsi e a divorziare dall’impiegata 27enne, sposata civilmente a marzo. Intanto la ragazza era tenuta a bada dalla madre che avrebbe tentato di  metterle sulla bocca una garza imbevuta di cloroformio

Sono stati alcuni cittadini ad avvisare i carabinieri che hanno arrestato padre, madre e figlio originari della Campania e residenti da anni a Breganze. Sono accusati di rapina, sequestro di persona pluriaggravato, rapina, violenza privata e lesioni pluriaggravate.


About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION