Medit...errandoSocietà

L’Ambasciata di Rocchetta dei Murales al centro del nodo

IMG_0001

Circondata da un sistema protettivo sotterraneo di rete ultra-magnetica, proprio al centro del nodo IT.N44-8E (italia nord ovest rocchetta cairo) si trova l’Ambasciata di Rocchetta dei Murales, Worldwide Convention of Invisible Art Resources, dove convergono e si dipartono (al ritmo di 802.11 g) continue allocazioni progettuali di implementazione eco-artistica.

In effetti la collocazione di Rocchetta è uno dei tanti nodi della rete, un po’ come una macchiolina trasparente all’incrocio delle infinite linee che nei secoli hanno attraversato il territorio del paese in tutte le direzioni geografiche.

In un tempo recente i sentieri che conducevano alla costa ligure o verso le terre piemontesi erano percorsi da file di muli che passavano sia di giorno che di notte portando nelle loro gerle il sale, l’olio negli otri di pelle, le carrube della Sicilia, le acciughe in salamoia nei barilotti quando si recavano a Cortemila…

Viceversa trasportavano nocciole e patate, grano e riso, castagne secche e fagioli, vino delle colline quando si recavano al porto di Savona per queste mulattiere veloci che scavalcavano crinali e guadi.

Le comunicazioni anche postali e i trasporti di merce avvenivano percorrendo longitudinalmente i sentieri di crinale, quelli di fondo valle, da un centro abitato all’altro, costituivano la rete del commercio che diffondeva valute, merci, idee culturali, oltre ai già detti sentieri trasversali dalla costa verso l’entroterra piemontese.

Vi erano anche le tracce sensibili lungo i sentieri dei boschi che si trovano attorno al centro urbano di Rocchetta oltre alle strade che negli anni attraversavano il nucleo abitato con corrieri provenienti da Cairo verso Acqui Terme, da Dego e Giusvalla verso Cairo Montenotte, Carcare, Millesimo.

Nel 1666 lungo la strada Berretta, proveniente da Finale Ligure e dalla Spagna, transitò l’Infanta Margherita Teresa di Spagna con il suo seguito, diretta a Milano e poi Vienna dove avrebbe sposato lo zio materno, l’imperatore Leopoldo d’Austria.

L’Infanta Margherita Maria Teresa d’Asburgo era figlia del re Filippo IV di Spagna e della sua seconda moglie, Marianna d’Austria che qualche decennio prima aveva percorso la stessa via, ma in senso inverso, dall’Austria alla Spagna..

Bruno Chiarlone Debenedetti

 


Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close