Salute

Le migliori app per controllare la pressione sanguigna

appLa pressione sanguigna indica la forza con la quale il sangue passa attraverso i vasi sanguigni e si divide in diastolica, o minima, e sistolica o massima. L’Organizzazione mondiale della sanità ha stabilito che i valori pressori devono essere di 120 mmHg per la massima e di 80 mmHg per la minima. Per evitare problemi di salute, è importante monitorare costantemente la pressione, rivolgendosi al proprio medico nel caso in cui si osservino dei valori fuori norma. I motivi che determinano l’ipertensione, ossia la pressione alta, sono innumerevoli e comprendono il sovrappeso, il fumo, l’abuso del sale ma anche patologie più gravi, come per esempio alcune forme tumorali. I sintomi più comuni dovuti all’ipertensione sono le cefalee ed i ronzii alle orecchie. Invece, quando si soffre di ipotensione, cioè pressione bassa, si accusa debolezza, stanchezza e senso di svenimento. Questa condizione può essere affrontata seguendo una dieta variata e ricca di sali minerali, bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al dì; un buon sostegno è quello fornito da sostanze naturali, come la liquirizia ed il ginseng. Per quanto riguarda invece il cioccolato ed il caffè, il consiglio è di non abusarne, per evitare effetti indesiderati. L’ipertensione viene aggravata dal caldo, dall’esposizione prolungata al sole e dalle saune.


La pressione sanguigna può essere misurata anche a casa, ricorrendo agli apparecchi elettronici che in modo facile e veloce forniscono i valori di minima, massima e del battito cardiaco. Prima di procedere con la misurazione è necessario mettersi a sedere, riposarsi per almeno 10 minuti in un luogo silenzioso.

Per il controllo della pressione sanguigna sono state messe a punto delle app, come “Pressione sanguigna log”; questa è formulata per Android ed è l’ideale per monitorare i valori ed archiviarli. “Pressione sanguigna log” è di facile utilizzo, non impone un numero limitato di utenti e permette di avere sempre sotto mani i dati. Questa app regista la frequenza cardiaca, la minima, la massima, l’orario e la data della misurazione; inoltre è anche possibile inserire dei commenti.

“Pressione sanguigna log” consente di trasportare i dati e effettuare il controllo dei valori inseriti sia analizzando le classifiche che osservando le statistiche; queste sono proposte anche in schede di riepilogo.


Molto valida anche l’app “Pressione arteriosa”, messa a punto per la tecnologia Android. “Pressione arteriosa”è un supporto tecnologico per conoscere la propria pressione ed avere sempre sotto mano le statistiche. E’ un app nata per aiutare a monitorare l’ipertensione, ha un utilizzo intuitivo e fornisce molte informazioni utili su come comportarsi per contrastare l’ipertensione. “Pressione arteriosa” consente di memorizzare e modificare i dati inseriti annotando anche il peso ed il battito. Inoltre, vengono inserite altre informazioni come l’orario e la data in cui avviene la misurazione; le statistiche riguardano la pressione media del sangue e la frequenza cardiaca. L’app può essere utilizzata per più utenti ed è dotata di un promemoria per la misurazione della pressione.  dati possono essere esportati con file di vari estensione, compresi i pdf.

“Pressione sanguigna arteriosa” può essere personalizzata anche attraverso i vari filtri che consentono di vedere alcuni applicazioni anzichè altre.

L’app “iHealth BPM” consente di tenere sotto controllo i valori pressori. Questa app per iOS permette di osservare grafici e statistiche anche secondo data  ed orario. “iHealth BPM” consente di sfruttare il proprio telefono per misurare la pressione e registrare i dati. L’app infatti memorizza la pressione diastolica, la sistolica ed il ritmo cardiaco; inoltre è possibile visionare il grafico relativo alle pulsazioni. Le statistiche, ordiante in base all’ora, possono essere organizzate e sommate in modo da ottenere un’ampia visuale sul proprio stato di salute. Le informazioni ottenute sono facili da gestire perchè è possibile ricorrere a grafici ma anche alle medie e alle classificazioni Who, ossia dell’Organizzazione mondiale della sanità.

L’app “iHealth BPM” è dotato anche di una sezione dedicata alle domande più frequenti, le così dette Faq; gli utenti possono osservare il processo di misurazione e hanno la possibilità di vedere, in modo simultaneo, la misurazione della pressione minima, massima e del ritmo cardiaco. I grafici sono facili da leggere e da modificare.

L’app permette di condividere con chi si desidera i dati archiviati, utilizzando la posta elettronica.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close