EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’università Politecnica delle Marche in Serbia per presentare i benefici della dieta mediterranea

Maurizio Battino

Maurizio Battino

Il prof. Maurizio Battino sarà l’unico relatore del mondo accademico italiano a partecipare alla seconda edizione del “Quality of Life”, il work-shop organizzato dall’Ambasciata Italiana in programma lunedi 9 giugno a Belgrado

La Politecnica delle Marche in prima linea per promuovere la dieta mediterranea. Maurizio Battino, professore del dipartimento di Scienze Cliniche Specialistiche ed Odontostomatologiche dell’Università Politecnica delle Marche, interverrà al prossimo Quality of Life di Belgrado per presentare i vantaggi della dieta mediterranea.

L’evento, in programma lunedi 9 giugno, è organizzato dall’Ambasciata Italiana a Belgrado con l’obiettivo di presentare le migliori potenzialità italiane in ambito nutrizionale e sviluppare nuove sinergie soprattutto in vista del prossimo EXPO2015, dedicato appunto all’alimentazione. L’ateneo marchigiano vanta un ruolo da protagonista nel campo della nutrizione e dietetica. La Politecnica è stata in prima linea nel sostenere la candidatura della dieta mediterranea a patrimonio intangibile dell’umanità, come unico ateneo del Mediterraneo tra i proponenti al riconoscimento Unesco. Svolge inoltre una intensa attività nel campo della ricerca e della formazione in ambito nutrizionale con master on-line realizzati in collaborazione con Funiber (www.funiber.it). Il contributo del prof. Battino, unico relatore del mondo accademico italiano, verterà in particolar modo sull’importanza di una alimentazione sana ed equilibrata nella prevenzione della patologie croniche-degenerative (obesità, diabete, ecc.). Attenzione sarà posta anche al ruolo primario che alcuni prodotti di qualità della agricoltura e tradizione italiana (come olio, fragole, miele) possono avere nell’ambito di questa dieta salutare e come possano essere elementi trainanti anche da un punto di vista economico e nel rispetto della sostenibilità ambientale. I lavori saranno articolati in quattro sessioni (Food&Science, Food&Institutions, Food&Health e Food&Culture), ciascuna delle quali sarà relazionata da figure istituzionali appartenenti ad Italia e Serbia: tra gli italiani, assieme al prof. Battino, parteciperà anche Riccardo Rossi Paccani, funzionario del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.  L’evento offrirà dunque a tutte le parti interessate (scienziati, media, consumatori) l’opportunità di confrontare e condividere le proprie opinioni su diverse aree quali quella culturale, alimentare, ambientale e scientifica, nonché di identificare aree presenti e future di possibile cooperazione tra Italia e Serbia.

 

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com