Italia

Siena: indagato ad Novartis, Francesco Gulli

soldiItalia, ovunque è corruzione, la nota agenzia di stampa Reuter, segnala che la  procura di Siena ha indagato per truffa aggravata l’amministratore delegato della branca italiana di Novartis Vaccines and diagnostics per il presunto costo gonfiato di un vaccino anti-influenzale e di un altro contro il virus dell’aviaria H1N1. Indagini aperte nei confronti dell’AD  Francesco Gulli.

Secondo gli inquirenti l’AD avrebbe, attraverso un sistema di sovraffaturazione dei principi attivi  gonfiato i costi ottenendo un indennizzo di circa 2,7 milioni di euro ai danni del ministero della Salute.

I carabinieri del Nas, su ordine della procura, hanno eseguito perquisizioni presso le sedi di Novartis a Siena e Varese. Secondo il TGCOM Gli investigatori ipotizzano una frode legata al risarcimento che nel 2012 lo Stato versò a Novartis, a cui, nel 2010, in seguito al cessato allarme pandemia, il ministero aveva chiesto l’interruzione della fornitura del vaccino. L’accusa ipotizzerebbe che il risarcimento venne calcolato sulla base del prezzo fittiziamente gonfiato da Novartis di un componente essenziale del vaccino, l’adiuvante MF59. Il costo sarebbe stato incrementato grazie a una serie di sovrafatturazioni fra le società dal gruppo.
Nel 2009, in allarme pandemia H1N1, su impulso dell’Oms lo Stato italiano stipulò con Novartis un contratto per la fornitura di 24 milioni di dosi di vaccino, per un costo di oltre 184 milioni di euro. Nel 2010, dopo il cessato allarme, il ministero chiese di interrompere la fornitura: per le dosi acquistate, oltre 12 milioni, erano stati spesi 97,6 milioni. Per il risarcimento legato allo stop della produzione, la Novartis ricevette 19,8 milioni di euro.

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close