EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cetacei spiaggiati, un corso all’Izs Sardegna

BalenaIn programma il 29 luglio a Promocamera. Iscrizioni entro il 24 luglio.

SASSARI 16 luglio 2014 – “Sorveglianza sanitaria sui cetacei spiaggiati lungo le coste della Sardegna”, è il titolo dell’incontro formativo organizzato dall’Izs Sardegna e in programma a Sassari il 29 luglio, alle ore 8.30, nella sede di Promocamera.

L’iniziativa si propone di far acquisire ai partecipanti competenze tecnico-professionali su biologia, patologie infettive e zoonosi delle popolazioni di cetacei del Mar Mediterraneo.

Sarà occasione, inoltre, per trasmettere gli strumenti conoscitivi e operativi per una corretta gestione degli spiaggiamenti dei cetacei, per il consolidamento delle reti di collaborazione e interscambio tra i vari enti chiamati a intervenire.

L’incontro si colloca nell’ambito delle attività previste dal progetto di ricerca corrente 2010: “Sviluppo di una rete di sorveglianza diagnostica a tutela della salute e del benessere dei cetacei spiaggiati lungo le coste del territorio nazionale”.

Ad aprire i lavori, alle ore 9, sarà Antonio Pintore dell’Osservatorio fauna selvatica dell’Izs Sardegna. Francesca Fabiano, dell’Istituto “G. Pegreffi” di Sassari,  parlerà di biologia e identificazione dei cetacei del Mediterraneo, quindi sarà la volta di Sandro Mazzariol dell’Università di Padova che illustrerà prima la normativa e le competenze in materia di spiaggiamenti e le procedure operative e responsabilità, poi le unità di pronto intervento per spiaggiamenti straordinari.

Alessandra Pautasso dell’Izs Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta focalizzerà il suo intervento sulla rete degli IIZZSS per la sorveglianza sanitaria dei cetacei spiaggiati in Italia mentre il suo collega Walter Mignone si soffermerà sull’esame necroscopico e sui protocolli di campionamento nei cetacei piaggiati.

Dall’Università di Teramo con Giovanni Di Guardo arriverà il contributo sulle principali patologie da agenti infettivi nei cetacei. Letizia Marsili dell’Università di Siena invece illustrerà i dati dei campionamenti della Sardegna attraverso le indagini ecotossicologiche per il monitoraggio e la tutela dei cetacei.

Prima della tavola rotonda, chiuderà la serie degli interventi la relazione di Daniele Denurra dell’Izs Sardegna che parlerà del ruolo dell’Izs Sardegna in materia di spiaggiamenti di cetacei, illustrando recenti esperienze e alcune attività svolte.

L’appuntamento è rivolto a veterinari, biologi, chimici, farmacisti, tecnici di laboratorio e naturalisti dell’Izs Sardegna, per i quali sono riservati 30 posti. Sono quindi a disposizione 70 posti per esterni tra veterinari e biologi di Asl, laboratori privati, altri Izs, naturalisti, tecnici faunistici e ambientali, personale del Corpo forestale, delle Capitanerie di porto e delle Aree marine e parchi regionali e nazionali.

Per le iscrizioni c’è tempo sino al 24 luglio sul sito http://providerecm.sardegnasalute.it.

Il corso attribuisce 7 crediti formativi.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION