Italia

Motorizzazione Nuoro. Preoccupazione CNA FITA

cna 1La CNA FITA Sardegna esprime forte preoccupazione rispetto alla ventilata soppressione della Motorizzazione civile di Nuoro e chiede ai vertici nazionali confederali un intervento diretto col Ministero dei Trasporti.

“Dalla Provincia alle Motorizzazioni, in queste riforme annunciate a “perdere” siamo sempre noi imprese di autotrasporto”, afferma Francesco Pinna, Presidente regionale e vice Presidente nazionale della CNA FITA. “Sopprimere l’ufficio provinciale di Nuoro, sebbene da lungo tempo senza strumenti adeguati, significa intensificare i già pesanti disagi che i nostri autotrasportatori nuoresi e ogliastrini sopportano in termini di ritardi e disservizi. A questi si aggiungerebbero inoltre costi sociali che non è tollerabile accollare agli operatori di una categoria davvero allo stremo delle forze. Tanto più – continua Pinna – che abbiamo segnalazione da parte dei colleghi di Sassari di difficoltà operative e ritardi, in particolare nelle revisioni, anche in una delle Motorizzazioni in cui dovrebbe essere convogliata parte dell’utenza coperta dall’Ufficio di Nuoro, ma con organico invariato. Informeremo di questa situazione il Ministero dei Trasporti attraverso la nostra Federazione nazionale”.

Valentina Codonesu, Responsabile regionale dell’Unione dei Trasporti CNA, aggiunge: “Il vero problema non è la singola chiusura di un Ufficio Provinciale, ma una efficiente riorganizzazione delle competenze e dei servizi della Motorizzazione civile. Prima di procedere ad operazioni dolorose come questa sarebbe opportuno attendere gli esiti concreti dell’annunciato accorpamento di funzioni ACI-Motorizzazione, che si aggiungerebbe alle competenze sull’Albo Autotrasporto, già trasferite formalmente con la Legge di stabilità dalle Provincie alle Motorizzazioni ma di fatto non ancora esercitate. Inoltre per la Sardegna, unica regione a Statuto Speciale a non aver ancora proceduto in questo senso, si parla da tempo del processo di “regionalizzazione” delle competenze, che verrebbero perciò organizzate non più dal Ministero ma dalla stessa Regione Sardegna. È evidente che soltanto una volta definito con chiarezza il quadro di competenze e delle attribuzioni complessive sarà possibile procedere a una razionale riorganizzazione che non può prescindere dalle risorse umane ed economiche necessarie a garantire qualità dei servizi e adeguati controlli che, nell’autotrasporto, sono una imprescindibile garanzia per la sicurezza dell’intera collettività.”

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close