Rubriche

Parte la sfida benefica “L’Italia in pedalò”

ItaliaInPedaloProtagonisti due friulani che usano le proprie vacanze per raccogliere fondi per i malati terminali

Domenica 27 luglio, Alessio Rossetto e Antonio Guarnieri partiranno da Lignano Pineta (Udine) alla volta di Molfetta (Bari) a bordo di un catamarano a propulsione umana. Obiettivo: offrire sostegno a malati gravi e alle loro famiglie. Anche dieci ore di pedalata al giorno, pernottamento sulla spiaggia e ripartenza all’alba. Circa 850 km con arrivo previsto l’11 agosto

LIGNANO (UD) 24 LUGLIO 2014 – Mancano pochi giorni all’inizio dell’avventura dei due friulani Alessio Rossetto e Antonio Guarnieri, – rispettivamente classe 1976 e 1971, agente di commercio il primo, addestratore cinofilo e agente pubblicitario il secondo – che utilizzeranno le proprie vacanze per una sfida benefica unica nel suo genere: percorrere le coste dell’Adriatico in pedalò per raccogliere fondi destinati all’accoglienza dei malati terminali e delle loro famiglie.
“L’Italia in pedalò – Cycling Adriatic Sea 2014” – questo il nome dell’impresa – partirà dalla spiaggia di Lignano Pineta domenica 27 luglio, dal tratto di spiaggia corrispondente all’Ufficio 7 bis, bagno Il Giardino, a partire dalle 10. L’obiettivo è quello di raggiungere Molfetta, tappa dopo tappa lungo la costa adriatica, a bordo di un catamarano a propulsione umana. L’arrivo previsto è per l’11 agosto, dopo circa 850 km, pedalando 10 ore al giorno e senza troppe comodità: si dorme in spiaggia accanto al pedalò, arrangiandosi con un fornellino da campeggio e ripartendo all’alba del giorno dopo.

Un’impresa unica in Italia con queste caratteristiche, che quest’anno può contare sull’importante sostegno di Breda Smile, la “divisione benefica” della Breda di Sequals, leader nel settore dei portoni garage. L’azienda, guidata dalla famiglia omonima, ha subito creduto nell’impresa di Alessio e Antonio, e ha acquistato un catamarano “professionale” che permetterà loro di affrontare meglio le incertezze tecniche e meteorologiche che hanno condizionato le edizioni precedenti.

La fama precede i “matti del pedalò” e sono tanti gli amici che già li stanno aspettando lungo la costa adriatica come, ad esempio, il Comune di Jesolo dove Alessio e Antonio sono attesi entro la serata dello stesso 27 luglio, o il Comune di Marina di Ravenna che si sta preparando ad accoglierli il 30 luglio.
L’obiettivo benefico però resta al centro di questa sfida: Alessio e Antonio vogliono aiutare l’associazione Il Gabbiano Amici dell’Hospice di San Vito al Tagliamento (Pordenone), onlus che accoglie e assiste le persone giunte a uno stadio di malattia terminale e i loro familiari, offrendo loro aiuto e conforto per affrontare questo difficile percorso. Il denaro raccolto quest’anno sarà destinato all’acquisto di pompe di infusione per la terapia del dolore. Si può donare anche su www.bredasmile.com
Tutta l’impresa di Antonio e Alessio sarà raccontata via Facebook e Twitter alla voce Italiainpedalo

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close