Economia

Poligoni assassini, sentenza Tar Lazio 21/7/2014

 E’del TAR Lazio, sezione prima bis, la prima sentenza che riconosce di fatto la possibilità di ammalarsi nei poligoni esattamente come in teatro operativo e riconosce l’Amministrazione colpevole condannando la stessa a risarcire il militare con il riconoscimento di vittima del dovere.

Una sentenza storica che inquadra in un’altra ottica anche la questione dei poligoni sardi che ha portato in giudizio 8 vertici militari.

La documentazione prodotta dall’Avv. Angelo Fiore TARTAGLIA, legale del Centro Studi Osservatorio Militare, è inconfutabile e, oltre a dimostrare la diretta connessione tra malattia ed esposizione alle polveri sottili prodotte dalle esplosioni conferma che altre teorie (vedi la bufala dei vaccini) non trovano riscontro nella letteratura medica ed ora anche in quella giuridica.

GP (sono le iniziali del militare in questione), lotta da anni, oltre che con la malattia, anche con le Istituzioni Militari che, pur di non ammettere la pericolosità del lavoro svolto presso i poligoni, ebbero addirittura l’ardire di porre il segreto di stato sulla documentazione sanitaria del militare evitando così di affrontare la verità.

Questa sentenza varia decisamente l’approccio alla questione dei poligoni Internazionali della Sardegna da tempo sotto l’occhio attento della magistratura.

“Sono certo che il Dott. Fiordalisi terrà conto di questa sentenza e ne trarrà tutte le conclusioni opportune al fine di ottenere giustizia anche sui poligoni di Salto di Quirra e Capo Teulada”sostiene Leggiero che conferma la disponibilità ad incontrare il PM e produrre tutta la documentazione in suo possesso delle attività svolte negli anni nel poligono sardo.

La sentenza rappresenta anche un capisaldo giuridico con il quale si dovranno confrontare i vertici della difesa al fine di dare giustizia agli oltre 3600 malati ed alle 308 famiglie che hanno perso un loro congiunto a causa dell’inquinamento bellico.

ROMA 23 LUGLIO 2014

                                                                                           COMPARTO DIFESA

                                                                                           Domenico LEGGIERO

 


Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close