Rubriche

“Quel pasticciaccio brutto” delle multe notificate dal messo della Lupiae Servizi di Lecce

multa1Decine e decine di segnalazioni allo “Sportello dei Diritti” per verbali mai effettivamente notificati. Intervenga il Comandante della Polizia Municipale

Sono ormai diversi giorni che decine e decine di cittadini hanno segnalato allo “Sportello dei Diritti” una gravissima anomalia nel sistema di notificazione dei verbali al Codice della Strada elevati dal Comando di Polizia Municipale di Lecce. In particolare, sarebbero state rilevate numerose irregolarità nella notificazione a cura di messi notificatori della Lupiae Servizi, delle multe elevate a mezzo dei nuovi photored installati sulla circonvallazione cittadina nei pressi di viale Ugo Foscolo. Il pasticcio sarebbe stato scoperto solo dopo che sono arrivate a mezzo posta presso i domicili e le residenze dei malcapitati cittadini – si parla addirittura di decine e decine, forse centinaia – le salatissime multe notificate ad ignari automobilisti a causa dell’omessa indicazione delle generalità dei dati del conducente in riferimento al verbale principale contestato per il passaggio con il semaforo rosso. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” se non si tratta di un vero e proprio scandalo, poco ci manca. Insomma un’altra grave irregolarità amministrativa di massa, rivelata al pubblico dalla nostra associazione, dopo che moltissimi cittadini ci hanno segnalato le anomalie e dopo che abbiamo effettuato le opportune verifiche presso il Comando di Polizia Municipale di Lecce, dove abbiamo potuto appurare effettivamente che lo “zelante” messo notificatore incaricato dalla partecipata cittadina dichiarava l’irreperibilità presso il domicilio dei presunti trasgressori e dopo aver depositato il plico contenente il verbale presso la Casa Comunale ha omesso, almeno per le decine e decine di casi pervenuti alla nostra attenzione, di inviare la rituale raccomandata a.r. che comunicava l’avvenuto deposito come la normativa vigente prevede in tali fattispecie. Abbiamo, inoltre, potuto verificare che molti cittadini su nostro suggerimento si sono recati presso il Comando di Polizia Municipale per effettuare l’accesso agli atti e controllare l’eventuale irregolarità della procedura di notificazione dei verbali elevati con il photored. Ed in tutti i casi è stato constatato quanto da noi sospettato: nessuna notifica è risultata regolare. Per tali ragioni, Giovanni D’Agata, si rivolge al Comandante della Polizia Municipale di Lecce per le opportune urgenti verifiche e per annullare immediatamente in via di autotutela sia i verbali principali (ossia quelli relativi al photored e mai ritualmente notificati), prima che siano iscritte a ruolo le relative somme a titolo di sanzione ed anche quelli che sarebbero stati emessi per l’omessa indicazione delle generalità e d’importo pari ad euro 284,00 caduno oltre spese di notifica ed accessorie. Tutto ciò per evitare la proposizione nei termini di legge di moltissimi di ricorsi che andrebbero ad ingolfare la autorità amministrativa o l’ufficio del giudice di Pace di Lecce e che certamente verrebbero accolti.

Lecce, 12 luglio 2014

Giovanni D’AGATA

 

<iframe marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″ scrolling=”no” allowtransparency=”true” src=”http://srv.juiceadv.com/banner_iframe.asp?user=2149&amp;tipo=0″ width=”468″ height=”60″></iframe>
<iframe src=”http://ad.payclick.it/extra/pull_pps.php?a_aid=f633f14a&chan=20694&format=6″ scrolling=”No” width=”468″ height=”60″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ marginheight=”0″ ></iframe>

 

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close