Salute

Sclerosi Multipla: utilizzo del programma MEM-net per la mappatura della valutazione ecocolordoppler per la CCSVI

ccsvi_03E’ stato pubblicato sul sito della rivista scientifica Journal of Vascular Diagnostics un articolo intitolato “Utilizzo del programma MEM-net per riportare sulla mappatura della valutazione ecocolordoppler per l’insufficienza venosa cronica cerebro-spinale“.

Secondo alcuni ricercatori italiani, coordinati dal prof. Sandro Mandolesi dell’Università di Roma “La Sapienza” l’insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) è caratterizzata da stenosi multiple/ostruzioni delle principali vie di deflusso extracranico del sistema venoso cerebrospinale. L’utilizzo dell’ecocolordoppler (ECD) per valutare la CCSVI cronica è un esame molto lungo e difficile. Serve circa un’ora anche per un ecografista esperto.

La mappa emodinamica morfologica (MEM-net) è un programma che funziona su internet. Tutti i dati morfologici ed emodinamici del paziente possono essere inseriti nello schema anatomico del programma per creare una mappa della relazione ECD. Il programma permette anche di raccogliere tutti i dati durante la valutazione ECD e, utilizzando il suo algoritmo, rende il rapporto uniforme.

Al termine dello studio, secondo gli autori, riportare sulla mappa utilizzando la MEM-net accorcia i tempi di relazione ECD scritta che viene fatta automaticamente. Il programma fa anche un controllo in cieco della relazione e ne consente l’uso per la ricerca scientifica. Si spera che in futuro tutti utilizzeranno questo strumento di raccolta di dati per tutti i lavori scientifici su questo argomento.

Fonte: https://www.dovepress.com/using-the-mem-net-program-to-report-on-mapping-the-echocolordoppler-as-peer-reviewed-article-JVD

Tag

Alessandro Rasman

Alessandro Rasman, 49 anni, triestino. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo politico-economico presso l'Università di Trieste; è malato di sclerosi multipla, patologia gravemente invalidante, dal 2002. Per Mediterranews cura una speciale rubrica sulla sclerosi multipla.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close