Italia

Multe di tutor e autovelox: ecco come evitarle

La soluzione è una: rispettare i limiti. Ma non mancano gli espedienti per arrivare preparati  ai rilevatori di velocità

Autovelox_orange_Italy_30_2Le voci di spesa per gli automobilisti coinvolgono sempre cifre notevoli che sarebbe preferibile non dover sborsare. Se per far fronte all’obbligo di responsabilità civile è possibile impegnarsi nella ricerca dell’assicurazione auto più vantaggiosa, che consenta al contraente un risparmio effettivo, una nota dolente è costituita dalle multe.
Nei periodi in cui il traffico è più intenso, come ad esempio gli esodi estivi, il numero di contravvenzioni rilasciate sulla base dei dati raccolti da tutor e autovelox cresce vertiginosamente, andando a incidere in modo non indifferente sulle tasche degli italiani.

Sebbene la collocazione di questi dispositivi sia resa pubblica, non è così individuarne l’esatta ubicazione rispetto al tragitto che si sta percorrendo, soprattutto se, per evitare il traffico, si inforcano strade poco note.
Fermo restando che l’unica vera soluzione per non prendere multe è quella di rispettare i limiti di velocità imposti dal codice stradale, riportiamo alcuni suggerimenti grazie ai quali è possibile venire allertati della presenza di tutor e autovelox e, di conseguenza, moderare la propria andatura in modo da non incorrere in sanzioni.

Per prima cosa, ormai quasi tutti i navigatori satellitari indicano le postazioni fisse lungo strade autostrade, cosa che però non avviene per le postazioni mobili. In ogni caso, si tratta di un supporto notevole per il guidatore che sa esattamente quando limitare la velocità.

Un’alternativa ai navigatori è costituita dall’appicazione per iPhone, iCoyote, che rivela al conducente la presenza di autovelox fissi e mobili. L’app è resa più precisa e dettagliata grazie al contributo degli utenti della community che aggiornano costantemente i dati, segnalando in tempo reale livelli di traffico, incidenti stradali e zone a rischio di multa e ritiro patente.
Per chi invece possiede uno smartphone con sistema operativo Android è disponibile un’app analoga chiamata Autovelox Italia – Cam Sam.

Non mancano, infine, alcuni strumenti elettronici che segnalano la presenza di autovelox o di pistole laser con qualche centinaio di metri di preavviso. Questi sono reperibili online e sul mercato staatunitense ed vanno installati sul cruscotto. In commercio ce ne sono circa 20-25 modelli differenti, anche per quanto riguarda il prezzo.

Da notare è che tutte le soluzioni proposte costituiscono degli escamotage per rilevare con un certo anticipo la locazione dei dispositivi: la soluzione messa in atto da tutti gli automobilisti, una volta allertati, resta quella di rallentare in prossimità delle postazioni e viaggiare nel rispetto dei limiti.

Tag

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close