Gossip

Robin Williams: dalla depressione alla malattia

robin williams-I riflettori sulla morte di Robin Williams non accennano a spegnersi. A troncare tutte le voci attorno all’attore ci ha pensato la moglie Susan Schneider che, attraverso un comunicato, spiega come il marito stesse lottando contro la depressione e i primi segni di Parkinson. Una malattia di cui, però, non era ancora pronto a parlarne.

Il suicidio improvviso di Robin Williams ha creato sgomento ad Hollywood. L’attore, secondo quanto si è appreso, si sarebbe suicidato nella sua casa. Da tempo, il protagonista di tante bellissime pellicole, stava lottando contro la sua dipendenza dall’alcol, contro la depressione e pare contro i primi segni di una terribile malattia. Il Parkinson. E’ la moglie a riferirlo, e a spiegare che Williams cercava di mascherare la sua disperazione dietro ad un sorriso: Robin ha trascorso la maggior parte della sua vita ad aiutare gli altri – ha spiegato nella sua dichiarazione Susan Schneider – sia quando stava sul palco, in tv o al cinema, sia all’estero con le truppe o a confortare un bambino malato. Voleva che ridessimo e che avessimo meno paura. La sua più grande eredità, oltre ai suoi tre figli, è la gioia e la felicità che ha dato agli altri, particolarmente a coloro che combattevano battaglie personali”.

Ciò che è certo, nonostante le mille voci sul suo suicidio, è che Robin Williams ci ha lasciato un grande vuoto: l’attore è riuscito a farci ridere, sognare, piangere ed intenerire. Un grande uomo che ha lottato, da solo, contro i suoi demoni più oscuri.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button
Close