Società

Educazione sessuale e prevenzione: un progetto per le scuole

educazione-sessuale-inghilterraIl progetto didattico di prevenzione ed educazione sessuale incontra le scuole

Milano, 27 Ottobre – Anche quest’anno torna tra i banchi di scuola SafeBook by Durex, l’ambizioso progetto scolastico attraverso cui il brand, leader mondiale nel mercato della contraccezione, coinvolgerà oltre 12.000 istituti tra scuole medie inferiori, rivolgendosi alle classi medie e superiori, di tutta Italia per promuovere tra i giovani una corretta educazione all’affettività e alla sessualità.
La terza edizione del progetto SafeBook by Durex rinnova la straordinaria partecipazione di Gianluigi Buffon, capitano della nazionale italiana di calcio, in qualità di testimonial del progetto. Da sempre attento alle tematiche giovanili, Buffon sceglie di schierarsi al fianco di SafeBook by Durex e soprattutto dei ragazzi per sostenere un corretto comportamento nella vita così come nello sport.

Un impegno sociale che Durex porta avanti per il terzo anno consecutivo, con il rinnovato patrocinio di Anlaids Onlus, che ha anche collaborato alla redazione del materiale informativo, accompagnando le scuole e i genitori nel complesso ruolo di educatori, fornendo gli strumenti corretti che aiutino gli adolescenti a diventare adulti coscienziosi, socialmente attivi e consapevoli delle regole alla base del rispetto verso se stessi e gli altri.

“Violenza in epoca digitale” e “MST, educazione sessuale e prevenzione” sono i due principali capitoli che si verranno trattati durante progetto educativo scolastico SafeBook by Durex di quest’anno, temi di attualità che, declinati secondo codici condivisibili tra le giovani generazioni, è necessario affrontare fin dai banchi di scuola per aiutare i ragazzi a proteggersi dai rischi che l’utilizzo del web e rapporti sessuali non protetti possono comportare.

Quest’anno Safebook by Durex dedica uno spazio importante alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, con un particolare focus sull’HIV.
In Italia le nuove infezioni si stima siano circa 2000 ogni anno, senza significative flessioni nell’ultimo periodo. Sono colpite tutte le fasce d’età, per un malinteso senso di sicurezza che ha fatto dimenticare a giovani e meno giovani la necessità di proteggersi nei rapporti sessuali occasionali. Questo significa che i giovani che compiono atti sessuali non protetti, sono consapevoli del rischio di contagio, ma, nello stesso tempo, non considerano più l’Hiv come una malattia mortale.

Per la terza edizione di SafeBook by Durex dedica anche uno spazio importante alla “protezione dell’identità digitale” affrontando il fenomeno del sexting.
La sessualità si confronta dunque sempre più anche con questa tecnica: l’auto-fotografarsi col telefono in pose provocanti e compromettenti, l’invio di immagini esplicite attraverso sms, mms e mail è un fenomeno in continua diffusione.

Esemplari i risultati diffusi dalla Internet Watch Foundation, charity britannica specializzata nella tracciabilità e rintracciabilità di contenuti pedo-pornografici, che periodicamente analizza la modalità di diffusione degli autoscatti degli adolescenti. La IWF ha rilevato ben 12.224 autoscatti di minori in 70 siti pornografici scandagliando migliaia di siti per 40 ore.

Quest’anno, per la prima volta in Italia, Safebook by Durex aprirà il dialogo anche con i Comitati dei genitori dei ragazzi che parteciperanno al progetto.
Saranno circa 8 milioni gli adulti coinvolti con figli dai 12 ai 18 anni che avranno la possibilità di scaricare dal sito www.safe-book.it le video lessons che i propri figli vedranno durante gli incontri con gli esperti.

Il Progetto SafeBook by Durex
La terza edizione del progetto SafeBook by Durex si conferma un’importante opera di educazione e informazione sulle tematiche sessuali, quest’anno con importanti novità e aggiornamenti interamente volti a creare un sempre maggior coinvolgimento dei ragazzi e un valido quanto essenziale supporto per gli insegnanti. A fronte dell’evoluzione delle tecnologie e di uno sviluppo di dinamiche sempre più difficili, SafeBook by Durex sceglie di promuovere nuovi contenuti introducendo nel programma educativo i capitoli su “Violenza in epoca digitale” e “MST, educazione sessuale e prevenzione” grazie alla rinnovata collaborazione del Professor Bini (ginecologo dell’Ospedale Niguarda di Milano e sessuologo specializzato sui giovanissimi) e di ANLAIDS. Gli esperti sosterranno i professori con la loro competenza per guidare gli adolescenti verso comportamenti responsabilizzanti sfruttando gli strumenti multimediali a disposizione delle scuole. Il progetto SafeBook by Durex sceglie infatti di utilizzare il linguaggio web 2.0 per garantire un coinvolgimento capillare degli studenti e un più facile accesso ai materiali, come le videolessons dei relatori trasmesse in classe attraverso le lavagne multimediali (LIM).
Per la terza edizione il sito di Safebook è stato completamente rinnovato sia nella grafica che nei contenuti: per rimanere al passo con i tempi si è infatti deciso di tradurre interamente il sito in più lingue tra cui inglese, spagnolo, cinese e russo.

Il progetto trova inoltre declinazione sul sito dedicato www.safe-book.it che si riconferma un importante punto di riferimento per approfondire le tematiche oggetto del percorso educativo, testare le nozioni acquisite in classe e in questa edizione partecipare al concorso “Sfida il Campione!”. Anche quest’anno vi è infatti la straordinaria partecipazione di Gianluigi Buffon in qualità di testimonial del progetto. Per rendere l’appuntamento con l’apprendimento ancor più coinvolgente SafeBook by Durex mette in palio la possibilità di incontrare il capitano della nazionale italiana di calcio, effettuare “un tiro in porta con Gigi Buffon” e aggiudicarsi una giornata con la Carrarese partecipando al concorso online sul sito (www.safe-book.it).

Protagonista anche quest’anno del progetto il Professore Maurizio Bini che, esperto nel trattare il tema della prevenzione sessuale con gli adolescenti, parlerà nuovamente ai ragazzi affrontando i vari capitoli che costituiscono quest’anno SafeBook by Durex, in particolare l’educazione all’affettività e un corretto approccio sessuale. Il Dott. Bini sarà inoltre disponibile ogni mese nella live chat nel sito Safebook, quale punto di riferimento per i ragazzi che potranno scrivere e parlare direttamente con l’esperto, approfondire la propria conoscenza della sessualità e sciogliere dubbi.
Per rendere ancor più fruibile il materiale educativo, cui hanno collaborato anche gli esperti di Anlaids e facilmente consultabile online dei ragazzi nel portale Safebook, Durex distribuirà gratuitamente il libretto informativo SafeBook Identity Card a tutti gli studenti quale supporto agli argomenti trattati tra i banchi di scuola.

Per l’approfondimento dei contenuti educativi:
www.safe-book.it

E’ anche attivo un numero verde 800/970726 disponibile
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close