Italia

Meridiana: ecco come sono stipendi e utili aziendali. La Parola agli Esuberi

Presidio MeridianaMERIDIANA: Stipendi e utili aziendali
Dopo il Presidente, parola agli esuberi.
Analisi degli ultimi anni, in termini di risultati economici aziendali e scelte di business, alla luce delle  dichiarazioni alla Stampa del Presidente Rigotti secondo cui lo stipendio del management non deve  essere legato alla situazione in cui versa l’azienda.
Olbia, 13 ottobre 2014 – A domanda diretta sulla retribuzione dell’Ing. Scaramella, il Presidente di  Meridiana Marco Rigotti risponde sereno che non si può legare lo stipendio del management alle  condizioni della Azienda: un dirigente poco pagato è sinonimo di azienda in crisi di ripresa, nel  Vangelo secondo Rigotti. Invece si DEVE legare necessariamente la retribuzione dei dipendenti  alle condizioni della azienda (diciamo noi).
Sgraziate ed a tratti allucinanti le dichiarazioni del Presidente di Meridiana rilasciate su La Stampa dello scorso 11 ottobre. Come sempre le mezze verità vanno alla grande e dispiace constatare che  i giornalisti non amino informare, ma solo dare voce, che è una cosa diversa.
Meridiana approda alla prima solidarietà nel lontano 2005. Quindi apre una procedura di  licenziamento collettivo (legge 223) che si risolve con una forma di ammortizzatore di tipo  conservativo.
Ma i conti peggiorano.

Nel marzo 2009, con un buco che si attesta intorno ai 20 milioni di euro, la Dirigenza Meridiana  strappa/impone notte tempo un contratto con decurtazioni salariali e nuove regole di impiego per il personale navigante. L’accordo salvifico, che però si rivela inutile. Arriva quindi in Azienda il comandante Gentile, l’AD del periodo più buio e pesante che si ricordi.
Lui, ha la ricetta magica per risollevare i conti. Lui, il “cavaliere nero”, autodefinitosi il  “Marchionne dei cieli”, salverà Meridiana. È un impegno solenne il suo.
Qual è la ricetta? Un bell’accordo di crisi firmato alle 3 di notte del giorno 18 novembre 2011 a  Roma, in cui si tagliano ancora le retribuzioni e si allineano le condizioni di impiego alla  normativa europea, includendo le storture della stessa tanto care al comandante Gentile (vedi il
famoso Giro Macchina che tiene in servizio piloti ed assistenti di volo fino a 33 ore consecutive). Su tutto troneggia la cassa integrazione che sgrava di circa 6 milioni di euro l’anno i costi fissi di  Meridiana.
Ma niente: purtroppo non ci siamo ancora.
Gentile viene liquidato con una mancia di 500mila euro, un pagherò di 22mln dopo aver  percepito 900mila euro l’anno di stipendio. Secondo il principio di Rigotti deve essere stato un  eccellente AD, peccato invece lasci una Meridiana indebitata per 190 mil di euro con Air Italy sul
groppone ed una cassa integrazione estesa al 60% dei dipendenti a causa di un massiccio  ridimensionamento aziendale.
La Compagnia dei super AD finisce in mano all’ing. Scaramella, già regista dell’operazione di  acquisizione di Air Italy, iniziata di sottecchi nel lontano 2010.Lo paghiamo bene Scaramella, sennò non lavora bene.
Così la vede il Presidente Rigotti.
Invece i dipendenti li paghiamo sempre meno perché c’è crisi, e la crisi è giusto la paghino i  salariati.
Nel frattempo i ricavi crollano e l’unica soluzione individuata dalla seconda compagnia  aerea italiana è dismettere aerei, allargare nuovamente i numeri di cassa
integrazione e poi finalmente, licenziare.
Ma l’AD giustamente, guadagna 700 Mila euro all’anno, sennò lavora male. Cerchiamo di pagarlo qualcosa in più però, perché pare lavori male lo stesso, forse lo stipendio non  è adeguato perché lui individui delle soluzioni di sviluppo e crescita.
Nel frattempo l’AD di Lufthansa Carsten Spohr chiude il 2013 con oltre un miliardo di euro  di fatturato e con un utile netto di 345 milioni di euro, nonostante il suo stipendio si attesti  ben al di sotto di quello dell’Ing. Scaramella.
Secondo le teorie di Rigotti quanto andrebbe pagato?
E sempre secondo le sue teorie possiamo definire quell’AD un manager poco preparato ed a
tratti incompetente?
Del resto fa utili, non licenzia ma investe.
Meglio non raccontare a Mr. Spohr come funziona da noi e quanto poco deve valere se
guadagna meno dell’ Ing. Scaramella. Gli cadrebbero tutti i capelli e poi non potrebbe
esimersi dal fare un corso di gestione delle compagnie aeree tenuto da Rigotti.

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close