Italia

Milano: a Linate agenti Polizia aggrediti da migrante. Intervento Coisp

 

migrante aggredisco polizia LinateIn Germania minaccia gli Agenti con un machete e lo freddano in pochi secondi, a Linate Agenti subiscono una violenta aggressione da un extracomunitario senza torcergli un capello, il Coisp: “Ecco perché chi accusa le Forze dell’Ordine italiane è un vigliacco ed un bugiardo!”

“Perché chi accusa le Forze dell’Ordine italiane di non avere a cuore prima di tutto e su tutto l’incolumità altrui è un vigliacco e un bugiardo? Perché sono i fatti a dirlo. Se fuori dall’Italia violi la legge e metti a rischio la sicurezza degli altri ti fanno secco in mezzo secondo, senza troppe storie. In Italia ogni giorno contiamo i feriti fra i colleghi che coscientemente mettono la propria salute al secondo posto, tentando di ‘salvare capra e cavoli’. Basta anche solo una rapida occhiata fuori dalle ‘mura di casa nostra’ per capire quale soglia di intolleranza ci sia verso chi delinque, a qualsiasi titolo e per qualsiasi motivo, mettendo gli altri in pericolo. Una soglia che dimostra nei fatti una severità radicata nella mentalità collettiva che non fa neppure sorgere il dubbio che i Tutori della sicurezza pubblica non debbano intervenire o debbano temere di farlo per non incorrere in conseguenze disastrose sulle proprie vite solo perché stanno facendo il proprio dovere o si stanno difendendo. Solo l’Italia rappresenta un’eccezione assolutamente unica: in Italia se uno viola la legge e incappa in un Tutore dell’Ordine, e sia che purtroppo abbia la peggio il primo o il secondo, alla fine sarà comunque chi delinque ad avere le più varie giustificazioni, la commiserazione di tutti, la solidarietà pubblica e persino istituzionale, quando non monumenti alla memoria e simili che ricordino ‘l’ingiustizia’ di aver avuto a che fare con Agenti ‘cretini’ ed impreparati, torturatori e violenti. Il Poliziotto che ci resta secco sarà solo, sempre comunque, uno che tanto lo fa di mestiere di rischiare la vita, e va bene così… Ma il Poliziotto che tentenna sarà un incompetente ed uno che non è stato capace di difendere la sicurezza degli altri e che ‘inspiegabilmente’ non ha usato la giusta severità per fermare chi ha violato la legge. Ecco perché chi in tutto questo osa anche accusare le Forze dell’Ordine italiane è un vigliacco ed un bugiardo”.

Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, interviene così dopo la brutale aggressione di ieri da parte di un extracomunitario ai danni di due Poliziotti in servizio a Linate, contemporanea alla diffusione in rete di un filmato girato in Germania dove un individuo armato di machete, che minacciava i passanti e gli Agenti intervenuti sul posto, è stato subito fermato dalla Polizia tedesca mentre si scagliava con l’arma contro uno di loro che gli ha sparato uccidendolo. Un episodio ‘fotocopia’ di quello avvenuto solo poche settimane fa a Roma dove, però, il malintenzionato armato è stato fermato senza subire un graffio, non senza che l’Ufficiale dei Carabinieri presente sul posto finisse in ospedale dopo essere stato colpito dal machete impugnato dal criminale. Il tutto mentre, quotidianamente, si allunga la lista interminabile di Appartenenti alle Forze dell’Ordine italiane feriti in servizio anche e soprattutto evitando di difendersi con l’uso della forza, e si allunga anche quella delle accuse di chi infierisce su di loro tacciandoli di incompetenza, di disumanità, di mancanza di preparazione, tanto che qualcuno è giunto a proporre di “rieducarli” alla non violenza.

“Quante bugie e quante irresponsabili ed ingiuste critiche – conclude Maccari – di fronte alla pretesa di essere difesi sempre e comunque ma con una presunta bacchetta magica di cui però, sfortunatamente, non ci hanno dotato. Eppure le magie i colleghi le fanno eccome, proprio come i due in servizio all’aeroporto milanese di Linate che ieri sono riusciti a fermare la brutale aggressione subita da parte di un extracomunitario con una professionalità ed un’umanità che ancora una volta ha reso pieno onore al valore della Polizia di Stato italiana”.

 

Hamlet

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close